Prestiti per Infermieri 2021: finanziamenti agevolati Unicredit e INPDAP, come averli a tasso zero

Come funzionano i prestiti per infermieri 2021? Tutto quello che c’è da sapere sui finanziamenti agevolati rivolti a lavoratori della sanità pubblica e privata. Le offerte di prestito per infermieri di Unicredit e INPDAP, con le informazioni utili su come averli a tasso zero, per risparmiare non poco sul costo del finanziamento.

Prestiti per Infermieri 2021: come funzionano e quali sono i vantaggi

Il 2020 è stato un anno molto pesante per gli infermieri, e per tutti coloro che lavorano nel settore della sanità. Nonostante sacrifici e turni massacranti, per molti il lavoro indispensabile degli infermieri non viene ripagato dalle condizioni del proprio contratto. Con questa breve premessa si può spiegare perché è importante parlare dei prestiti per infermieri disponibili per questo 2021. Infatti diversi istituti di credito hanno deciso di offrire dei prodotti specifici rivolti proprio agli infermieri che siano alla ricerca di una determinata somma di denaro per realizzare i propri progetti. Sicuramente la situazione di emergenza nella quale purtroppo viviamo da oltre un anno ha acceso i riflettori su questa categoria di lavoratori, perciò è importante analizzare anche i prestiti personali che possono essere richiesti dagli infermieri per il 2021.

In realtà, i prestiti per infermieri non sono una novità di quest’anno, visto che già c’erano dei prodotti agevolati che permettevano di ricevere un determinato importo a condizioni ancora migliori rispetto ai prestiti personali classici. Come funzionano i prestiti per infermieri 2021? Dal punto di vista delle caratteristiche generali dei finanziamenti, non ci sono particolari differenze rispetto ai prestiti personali. Infatti, sebbene si tratti di prodotti rivolti nello specifico ad una particolare categoria di lavoratori, non ci sono vincoli riguardo le spese che si possono affrontare con la somma di denaro che verrà erogata. In altre parole, i finanziamenti per infermieri sono a tutti gli effetti dei prestiti non finalizzati, a differenza di quanto avviene ad esempio per i prestiti agevolati per lavoratori autonomi.

Quali sono dunque i vantaggi dei prestiti per infermieri? Essendo prestiti agevolati per infermieri, chiaramente ci sono delle differenze tra questi prodotti ed i prestiti personali classici. I vantaggi riguardano due aspetti fondamentali dei finanziamenti, che sono la facilità di richiesta e la convenienza. Per quanto riguarda il primo aspetto, si può dire che i prestiti per infermieri 2021 sono tra i più semplici da ricevere. Il motivo è molto semplice, ed è legato alla categoria di clienti ai quali si rivolgono questi finanziamenti agevolati. Infatti, gli infermieri rientrano a tutti gli effetti tra i lavoratori dipendenti, che sappiamo essere una delle categorie maggiormente “apprezzate” da banche e finanziarie. Infatti, i lavoratori dipendenti possono fornire delle ottime garanzie all’istituto di credito che deve erogare il prestito. Per ricevere la somma di denaro desiderata, l’infermiere dovrà semplicemente presentare la propria busta paga: questa attesta l’entrata mensile fissa del cliente, e dunque in base a questa la banca potrà valutare la rata massima che potrà essere affrontata ogni mese dal richiedente del prestito.

Per questo motivo, solitamente non ci sono particolari problemi per un infermiere a ricevere un prestito personale classico. Allo stesso tempo, i prestiti per infermieri 2021 rappresentano il prodotto ideale, in quanto prevedono agevolazioni specifiche rivolte proprio a questa categoria di lavoratori. Grazie ai prestiti agevolati, gli infermieri possono ricevere l’importo desiderato, scegliendo il piano di rimborso che preferiscono, e usufruendo di tassi d’interesse decisamente vantaggiosi. In particolare, grazie alle misure straordinarie messe in atto a seguito dell’emergenza Covid-19, gli infermieri hanno avuto accesso a prestiti agevolati a tasso zero. Per questo motivo, i prestiti per infermieri 2021 sono ancora più convenienti, e per molti lavoratori del settore sanitario questa potrebbe essere un’occasione più unica che rara per realizzare i propri progetti.

Migliori finanziamenti agevolati per Infermieri 2021

Dopo aver analizzato i motivi per cui è possibile richiedere prestiti agevolati per infermieri 2021, e quali sono i vantaggi di questi prodotti rispetto ai prestiti personali classici, è sicuramente utile dare un’occhiata alle migliori offerte di finanziamento attualmente disponibili. Nei prossimi paragrafi analizzeremo nel dettaglio alcune soluzioni che potrebbero fare al caso vostro se siete infermieri in cerca di un prestito per la realizzazione di progetti di vario genere. Come detto in precedenza, i prestiti agevolati per infermieri sono disponibili da diversi anni, tuttavia in particolare a seguito della pandemia da Covid-19, che ha messo ancora più in luce il ruolo fondamentale di questa categoria di lavoratori, sono state adottate delle misure speciali grazie alle quali è possibile richiedere dei prestiti alle migliori condizioni possibili. Per quelle che a nostro avviso sono le migliori offerte di prestito per infermieri disponibili per il 2021, analizzeremo le condizioni economiche in modo da fornirvi tutte le informazioni utili per scegliere la soluzione ideale in base alle vostre esigenze.

Prestiti Unicredit a tasso zero per Infermieri: spese ammissibili e condizioni

Tra i finanziamenti agevolati per infermieri, l’offerta che probabilmente ha fatto più notizia negli ultimi mesi è quella pubblicizzata da Unicredit. Fin da subito, infatti, Unicredit ha deciso di schierarsi dalla parte degli infermieri e non solo. Sul sito internet della banca è infatti possibile leggere il comunicato “Unicredit per l’Italia“, datato 9 aprile 2020, dove viene specificato che la banca offre prestiti agevolati a medici, infermieri e operatori socio-sanitari. Insomma, tutti coloro che si sono trovati a combattere in prima linea questa faticosa lotta al Covid-19 possono usufruire di un trattamento economico straordinario. I prestiti agevolati Unicredit per infermieri sono rivolti a coloro che lavorano negli ospedali italiani, sia pubblici che privati. Ma qual è l’agevolazione prevista per gli infermieri? I prestiti sono a tasso zero e senza spese di istruttoria. In altre parole, grazie ai prestiti Unicredit per l’emergenza Covid-19, gli infermieri possono ricevere la somma di denaro di cui hanno bisogno, semplicemente impegnandosi a rimborsare a rate lo stesso importo senza alcuna spesa legata al finanziamento.

Si tratta dunque di un’occasione unica, in cui una banca decide di non guadagnare nulla da un finanziamento, per offrire supporto ad una categoria di lavoratori che ha fatto sacrifici enormi dall’inizio della pandemia. Inoltre, è bene sottolineare il fatto che non ci siano spese ammissibili, visto che si tratta di prestiti non finalizzati. La somma di denaro richiedibile tramite i prestiti a tasso zero Unicredit arriva fino ad un massimo di 30.000 euro, da rimborsare in 84 mesi. La durata del finanziamento può arrivare fino a 120 mesi nel caso degli infermieri che lavorano nel settore pubblico. La modalità di rimborso è quella della cessione del quinto: le rate mensili non potranno essere superiori al 20% dello stipendio netto percepito dal cliente, e verranno automaticamente trattenute dalla busta paga. Come si legge sul comunicato stampa di Unicredit, il periodo per presentare la richiesta di finanziamento scadeva il 31 dicembre 2020, tuttavia è lecito aspettarsi degli aggiornamenti importanti anche per questo 2021. 

Finanziamenti agevolati INPDAP per Infermieri: importo richiedibile e durata

Un’altra agevolazione importante rivolta agli infermieri è rappresentata dai finanziamenti INPDAP. A differenza della misura straordinaria di Unicredit, messa in atto in seguito all’emergenza da Coronavirus, i prestiti INPDAP per infermieri sono dei finanziamenti agevolati disponibili da tempo. Non a caso si tratta di una forma di finanziamento ben nota, e che ogni anno registra numerose richieste. Infatti si tratta probabilmente del miglior prestito per infermieri, che permette di ricevere l’importo desiderato a condizioni vantaggiose rispetto ai prestiti personali classici. Come sappiamo, i vecchi prestiti INPDAP sono ormai gestiti dall’INPS, tuttavia le condizioni delle agevolazioni sono rimaste pressoché invariate. In particolare, possono essere distinte due forme di finanziamento rivolte agli infermieri per il 2021. I finanziamenti agevolati INPS ex INPDAP si distinguono infatti in piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

I piccoli prestiti INPS per infermieri, offrono agli iscritti la possibilità di ricevere un finanziamento agevolato di durata che va da un minimo di un anno (12 rate mensili), ad un massimo di quattro anni (48 rate). L’importo richiedibile è legato allo stipendio netto percepito dal cliente. Infatti, come si legge sul regolamento del prodotto, con i piccoli prestiti INPDAP gli infermieri possono ricevere una somma di denaro pari ad una o due mensilità nette per ogni anno di durata del finanziamento. Lo stesso vincolo vale per i prestiti pluriennali INPS per infermieri. Quest’ultimo finanziamento agevolato INPDAP permette al cliente di ricevere un prestito di durata quinquennale o decennale, che permette di accedere ad una somma di denaro piuttosto elevata. La lunga durata del finanziamento permette comunque di usufruire di un rimborso in comode rate, il che rende i prestiti agevolati INPDAP un’ottima soluzione per tutti gli infermieri. È importante sottolineare che sia i piccoli prestiti che i prestiti pluriennali sono non finalizzati, e dunque permettono al cliente di ricevere la somma di denaro desiderata, senza la necessità di presentare alcun giustificativo di spesa.

Come richiedere un Prestito per Infermieri 2021: modalità e documentazione richiesta

Dopo aver analizzato le principali caratteristiche dei prestiti per infermieri 2021, non ci resta che fornirvi alcune informazioni utili riguardo le modalità di richiesta di questi finanziamenti. Come detto in precedenza, questi finanziamenti, oltre ad essere molto convenienti, sono anche molto semplici da richiedere. Infatti, tutto quello che vi serve se siete infermieri interessati a richiedere un prestito agevolato, è la vostra busta paga, oltre ovviamente ad un valido documento d’identità e la vostra tessera sanitaria. L’unico vincolo che riguarda la professione svolta, è quello di lavorare in Italia. I prestiti agevolati per infermieri sono infatti rivolti sia a chi lavora nel settore pubblico che a coloro che operano nel privato. Inoltre, è importante specificare che possono accedere ai finanziamenti agevolati anche coloro che abbiano un contratto a tempo determinato. In questo caso, l’unico vincolo da tenere in considerazione è che la data di scadenza dell’ultima rata di rimborso debba necessariamente essere antecedente la data di scadenza del contratto di lavoro. 

Come fare per richiedere un prestito agevolato per infermieri? Le modalità di richiesta per finanziamento sono le stesse dei prestiti personali classici. Infatti, è possibile presentare la domanda di finanziamento sia online che in filiale. Sia sul sito internet di Unicredit che nel portale INPS, troverete tutte le informazioni che vi servono per completare la vostra richiesta. La procedura guidata è molto semplice ed intuitiva, e vi permetterà di completare la richiesta in pochi semplici click. In alternativa, sia per i prestiti Unicredit che per le altre offerte di finanziamento per infermieri, potrete sempre scegliere di recarvi direttamente in filiale, dove un agente saprà consigliarvi la soluzione più conveniente per voi e guidarvi nella richiesta. Il nostro consiglio, se volete recarvi in filiale, è quello di fissare un appuntamento per scegliere data ed orario che preferite tra quelli disponibili: vi basterà utilizzare l’apposito servizio disponibile sul sito internet della banca oppure contattare telefonicamente la filiale più vicina a casa vostra.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*