You are here: Home » Prestiti News » Prestito Compass 10000 euro: simulazione del calcolo rata e come fare un preventivo

Prestito Compass 10000 euro: simulazione del calcolo rata e come fare un preventivo

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sul prestito da 10000 euro offerto da Compass. Come funzionano e in che modo è possibile calcolare la rata di rimborso senza alcun impegno, tramite la simulazione online. Vedremo come richiedere un preventivo gratuito, che ci permetterà di conoscere tutte le caratteristiche del finanziamento che vogliamo richiedere, in modo da confrontarlo con le altre proposte disponibili sul mercato.

Preventivo prestiti 10 mila euro Compass gratis online

Se siete interessati a richiedere un finanziamento Compass da 10 mila euro, in questa pagina troverete tutte le informazioni di cui avete bisogno. Analizziamo i preventivi per prestiti Compass e perché è così importante richiederne uno prima di procedere con la richiesta del finanziamento desiderato.

Un fattore che sicuramente determina più di altri la scelta di un determinato prestito rispetto ad un altro è quello del trattamento economico riservato. Per analizzare nel dettaglio la spesa complessiva alla quale andremo incontro, la cosa migliore da fare è senza dubbio quella di effettuare una simulazione del finanziamento. Il sito internet di Compass, grazie ad una grafica particolarmente intuitiva, ci permette di usufruire di diversi servizi senza dover essere degli esperti informatici. Questo è un aspetto da non sottovalutare, in quanto la trasparenza da questo punto di vista offre al cliente un’affidabilità maggiore rispetto alle compagnie che non permettono di effettuare il calcolo della rata.

Proprio quest’ultimo è un servizio utilissimo, anche se prima di vedere in che modo è possibile calcolare la rata, è bene fare una importante precisazione. Il trattamento offerto da Compass per i prestiti da 10.000 euro dipende dal profilo del cliente che effettua la richiesta. Sulla base della disponibilità economica, che sia documentata dalla busta paga o dalla pensione, oppure dalla dichiarazione dei redditi, viene calcolata la rata di rimborso mensile che il cliente stesso può sostenere. Questa analisi determinerà dunque la rata massima, e di conseguenza la durata minima in cui potremo rimborsare la somma prestataci dalla banca.

Prestito Compass da 10000 euro: tabella con calcolo rata mensile

Per effettuare la simulazione del prestito non ci verrà richiesto alcun dato personale, dunque i risultati che otterremo rappresenteranno soltanto una stima, da cui il trattamento reale che ci verrà proposto da Compass al momento della richiesta del prestito potrà più o meno discostarsi. Per calcolare la rata, tutto ciò che dovremo specificare sarà l’importo di cui abbiamo bisogno, nel nostro caso 10000 euro, e il numero di mesi in cui preferiamo effettuare il rimborso. Per offrirvi una visione completa delle opzioni che ci vengono offerte da Compass per i prestiti da 10.000 euro, abbiamo effettuato il calcolo della rata online. I risultati sono riassunti nella tabella qui sotto:

DURATA RATA MENSILE TAN % TAEG %
24 mesi 467,90 euro 9,90 12,45
30 mesi 383,31 euro 9,90 12,12
36 mesi 327,04 euro 9,90 11,88
42 mesi 286,93 euro 9,90 11,72
48 mesi 256,94 euro 9,90 11,58
54 mesi 233,69 euro 9,90 11,49
60 mesi 215,16 euro 9,90 11,41
66 mesi 200,06 euro 9,90 11,35
72 mesi 187,53 euro 9,90 11,29
78 mesi 176,97 euro 9,90 11,24
84 mesi 167,98 euro 9,90 11,20

Se siete interessati a ricevere un prestito personale Compass da 10.000 euro, dunque, potrete scegliere una durata che va da un minimo di 24 fino ad un massimo di ben 84 mesi. Il primo dato che salta all’occhio analizzando la tabella qui sopra è quello relativo al Tan (Tasso Annuo Nominale). Questo non dipende dunque dal numero di mesi in cui intendiamo rimborsare i 10.000 euro che la banca ci accrediterà sul nostro conto corrente, e sarà in ogni caso del 9,90%.

A variare in funzione della durata da noi scelta saranno la rata che andremo a pagare ogni mese, e il Taeg (Tasso Annuo Effettivo Globale). Come si evince ancora dalla tabella sopra riportata, l’importo mensile che dovremo affrontare diminuirà al crescere del numero di mesi in cui scegliamo di effettuare il rimborso. Per quanto riguarda il Taeg, anche questo sarà decrescente rispetto alla durata, tuttavia è bene sottolineare come gli interessi che pagheremo saranno comunque crescenti all’aumentare della durata. Dunque la cosa migliore da fare è quella di bilanciare i due fattori determinanti, in modo da avere una rata mensile sostenibile, ma senza dover pagare eccessivamente in termini di interessi dovuti alla banca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *