Prestito PostePay Evolution 2021: come richiedere un mini prestito personale con o senza busta paga

Il prestito PostePay Evolution è una forma di finanziamento perfetta per tutti coloro che hanno bisogno di una somma di denaro non molto alta. Vediamo dunque come richiedere questo mini prestito personale, per il quale è richiesto il possesso della carta ricaricabile PostePay Evolution, emessa dalle Poste Italiane. Vediamo dunque anche le caratteristiche di questa carta e come richiederla.

PostePay Evolution: una soluzione per ricevere il mini prestito di Poste Italiane

Prima di andare ad analizzare tutte le caratteristiche del prestito PostePay riservato ai possessori di PostePay Evolution, vediamo come funziona la nuova carta ricaricabile e le modalità di richiesta della stessa. Sono diversi i vantaggi che si hanno grazie a questa carta, che in molti casi ci semplifica la vita. Si tratta infatti di una carta offerta dalle Poste Italiane che si rivolge ad una clientela piuttosto ampia, viste le varie finalità che essa ha. Il primo servizio che ci viene presentato sul sito internet delle Poste Italiane è la possibilità di accredito dello stipendio direttamente sulla nostra carta. Questa possibilità ci viene offerta grazie al codice IBAN associato alla nostra PostePay Evolution, che dovremo semplicemente comunicare al nostro datore di lavoro. In questo modo, il datore di lavoro potrà versare i soldi del nostro stipendio proprio sulla nostra PostePay, in modo che i soldi siano subito a nostra disposizione per qualsiasi tipo di spesa. Infatti avremo immediatamente a disposizione i nostri soldi per pagare presso un qualsiasi negozio fisico, oppure anche online. Grazie a questa carta è infatti possibile pagare in tutti i negozi del mondo, a patto che siano convenzionati con Mastercard.

Un altro servizio molto utile che abbiamo a disposizione con la carta PostePay Evolution è quello dei pagamenti Contactless. Nei negozi abilitati (ormai la maggior parte dei supermercati lo sono), se dobbiamo effettuare un pagamento fino a 25 euro, potremo farlo semplicemente accostando la nostra carta al rilevatore, senza dover inserire il codice PIN. Questo è sicuramente un servizio molto utile, che ci permette di risparmiare tempo nel caso in cui la nostra spesa non sia troppo elevata: in caso contrario è ovviamente necessario l’inserimento del codice PIN per motivi di sicurezza. Con PostePay Evolution è inoltre possibile gestire comodamente il proprio denaro, utilizzando per qualsiasi necessità il comodo servizio online dedicato. Accedendo alla propria Area Clienti, sarà possibile ad esempio disporre e ricevere bonifici, oppure domiciliare le utenze e pagare i bollettini. Praticamente tutto quello che dovevate fare recandovi presso un ufficio postale, oggi può essere fatto direttamente da casa in modo semplice e veloce, grazie ai servizi online di Poste Italiane, in particolare rivolti ai possessori della carta PostePay Evolution. Inoltre, come vedremo meglio in dettaglio nei prossimi paragrafi, questa carta ci permette di richiedere i piccoli prestiti BancoPosta, che rappresentano la soluzione migliore per ricevere una piccola somma di denaro di cui abbiamo bisogno, con il grande vantaggio di riceverla nel più breve tempo possibile.

In che modo è possibile richiedere la carta ricaricabile PostePay Evolution? Per farlo ci basterà recarci presso uno dei tanti uffici postali presenti sul territorio italiano. Sul sito internet delle Poste Italiane ci viene offerta la possibilità di consultare la lista completa degli uffici, ed in particolare individuare quello che si trova più vicino a casa nostra. Inserendo il nostro indirizzo o il nostro CAP, troveremo gli indirizzi presso i quali recarci, che ci verranno presentati sulla mappa. Sarà facile quindi individuare a colpo d’occhio l’ufficio più comodo per voi. Inoltre, sempre tramite lo stesso servizio online, sarà possibile verificare gli orari di ogni ufficio, il numero di telefono da contattare per qualsiasi tipo di informazione, ed il FAX. La ricerca di un ufficio postale può risultare molto utile anche nel caso in cui avessimo ad esempio l’esigenza di ricaricare la nostra carta, oppure effettuare pagamenti o prelievi. Molto utile è la possibilità di prenotare il ticket online. Tutto ciò che dovremo fare è indicare la tipologia di ticket, specificando il motivo per cui devo recarmi alle Poste, per poi specificare il giorno e l’ora. In questo modo ci eviteremo diverso tempo passato in fila, ed in pochi minuti avremo completato la nostra operazione.

Come richiedere i prestiti BancoPosta con PostePay Evolution

Abbiamo visto tutte le principali caratteristiche dell’innovativa carta PostePay Evolution. Vediamo ora come funzionano i piccoli prestiti personali BancoPosta e perché è così importante avere questa carta ricaricabile per riceverli. Come specificato sul sito internet delle Poste Italiane, i piccoli prestiti personali sono finanziamenti che ci permettono di ricevere da un minimo di 1.000 euro fino ad un massimo di 3.000 euro in tempi estremamente brevi, e sono riservati esclusivamente ai possessori della PostePay Evolution. La durata del rimborso è fissa, indipendentemente dalla cifra che andremo a richiedere, ed è di 22 mesi. La rata perciò sarà fissa e verrà definita al momento della richiesta di finanziamento. Ogni mese la rata fissata ci verrà addebitata direttamente sulla nostra carta PostePay Evolution. Questo è sicuramente un ottimo vantaggio, in quanto non dovremo preoccuparci di effettuare ogni volta i pagamenti entro la data di scadenza, perché il tutto sarà fatto in automatico. Ovviamente tramite la vostra Area Personale potrete sempre tenere sotto controllo il piano di rimborso, per verificare che i pagamenti vengano effettuati correttamente e soprattutto verificare quante rate vi mancano al completamento del rimborso.

I requisiti necessari per aver accesso ai piccoli prestiti delle Poste Italiane comprendono innanzitutto, come detto, quello di possedere una carta PostePay Evolution. Inoltre, solamente i clienti che abbiano un’età compresa tra i 18 anni e i 76 anni non compiuti al termine del rimborso potranno effettuare la richiesta di finanziamento. Infine, è necessario essere residenti in Italia, e possedere un reddito da lavoro dimostrabile prodotto proprio sul territorio italiano, oppure percepire una pensione. Per questo motivo, per richiedere un mini prestito personale BancoPosta, dovremo presentare, oltre alla carta d’identità, alla tessera sanitaria e alla carta PostePay Evolution, anche l’ultima busta paga o l’ultimo cedolino della pensione. Questo attesterà il nostro reddito netto mensile fisso, dal quale potrà essere detratta la rata di rimborso prevista dal contratto di finanziamento. Ovviamente, un vincolo fondamentale è quello di percepire uno stipendio o una pensione che ci permetta di affrontare senza problemi la rata di rimborso. Un aspetto molto importante dei piccoli prestiti BancoPosta, è che possono essere richiesti anche senza busta paga. Infatti, anche i lavoratori autonomi possono aver accesso ai prestiti PostePay Evolution, presentando l’ultima dichiarazione dei redditi. In questo caso la compagnia dovrà fare le proprie valutazioni, in relazione al fatto che il lavoratore autonomo non può garantire un reddito fisso. Tuttavia, trattandosi di piccoli prestiti ed essendoci dunque una rata piuttosto leggera, solitamente non ci sono problemi a ricevere i piccoli prestiti PostePay Evolution anche senza busta paga.

Sempre per quanto riguarda i requisiti, è importante considerare anche il caso in cui il cliente alla ricerca del prestito sia straniero. Come riportato sul sito internet delle Poste Italiane, in questo caso, oltre ai documenti appena elencati, il cliente dovrà presentare il Passaporto e il Permesso di soggiorno in corso di validità. Infine, è richiesta la presentazione di un documento che attesti la residenza in Italia da almeno 12 mesi. Nel caso in cui il richiedente sia un lavoratore dipendente, allora dovrà dimostrare di aver lavorato continuativamente da almeno 12 mesi presso lo stesso datore di lavoro. Nel caso invece dei lavoratori autonomi, sono 36 i mesi di residenza in Italia necessari per poter richiedere il finanziamento. Per richiedere un prestito PostePay Evolution è necessario recarsi presso un qualsiasi ufficio postale. Tramite il sito internet delle Poste Italiane è possibile fissare un appuntamento, in modo da poter scegliere il giorno e l’ora che preferiamo, per poi completare la richiesta senza dover perdere tempo facendo la fila. Una volta fissato l’appuntamento, specificando il motivo dello stesso e i nostri dati personali, recandoci all’ufficio postale nel giorno e l’orario stabilito potremo avere un confronto con un consulente completamente a nostra disposizione. Quest’ultimo ci illustrerà tutte le migliori proposte, e ci farà un preventivo gratuito del nostro finanziamento. In questo modo potremo farci un’idea della spesa complessiva che andremo ad affrontare, e dell’ammontare di ogni rata mensile. Se le caratteristiche del prestito che ci viene proposto soddisfano le nostre esigenze, potremo procedere con la richiesta del mini prestito personale BancoPosta compilando il relativo modulo che ci verrà presentato dal consulente. Una volta effettuata la richiesta, se non ci saranno particolari problemi basteranno poche ore per vedere la somma da noi richiesta accreditata sulla nostra PostePay Evolution, e dunque subito a nostra disposizione per effettuare qualsiasi spesa, sia in negozio che online.

Prestiti PostePay Evolution senza busta paga: come richiederli

Uno dei vantaggi del prestito PostePay Evolution offerto dalle Poste Italiane è che si rivolge ad una clientela piuttosto ampia. Il problema principale quando si deve scegliere il finanziamento ideale per le proprie esigenze, è rappresentato sicuramente dai requisiti richiesti per poter presentare la richiesta. In particolare, una categoria di clienti che spesso incontra non pochi problemi nel ricevere la somma di denaro desiderata, è quella di coloro che siano senza busta paga. Ovviamente, infatti, chi non ha uno stipendio fisso dal quale potranno essere detratte le rate di rimborso, dovrà dimostrare in un altro modo di poter affrontare le rate previste dal contratto di finanziamento. Nel caso dei prestiti PostePay Evolution è possibile effettuare la richiesta di finanziamento da parte di clienti che siano senza busta paga? La risposta è sì, dunque vediamo quali garanzie alternative possono essere presentate.

Innanzitutto, come abbiamo già detto, i lavoratori autonomi, pur non avendo una busta paga, possono richiedere questa forma di finanziamento. Al momento della richiesta basterà presentare l’ultima dichiarazione dei redditi, sulla base della quale la compagnia valuterà la rata massima che potrà essere affrontata dal cliente. A parità di reddito mensile, l’unico svantaggio per i lavoratori autonomi è ce la rata massima stimata dalla compagnia sarà un po’ più bassa rispetto ad un lavoratore dipendente. Ciò è dovuto al fatto che il lavoratore autonomo non ha un reddito fisso, e dunque chi eroga il prestito non può avere la certezza che nei mesi successivi il cliente guadagnerà come nei mesi precedenti alla richiesta del prestito PostePay. Nonostante ciò, nel caso del mini prestito BancoPosta non ci saranno particolari problemi in questo senso: considerando che l’importo richiedibile può arrivare al massimo a 3.000 euro e che la durata è fissa a 22 mesi, l’importo di ogni rata non sarà particolarmente elevato. Dunque la presentazione della dichiarazione dei redditi è la prima alternativa alla busta paga che permette ai clienti delle Poste Italiane di accedere al prestito PostePay Evolution.

Ma questa tipologia di prestito BancoPosta può essere richiesta anche da coloro che siano disoccupati. Prendiamo ad esempio il caso di un ragazzo che ha bisogno di un finanziamento da 2.000 euro. In questo caso i genitori potrebbero “erogargli” un prestito familiare, tuttavia non sempre questo è possibile. In questo caso dunque il padre o la madre del ragazzo possono fungere da garanti per permettere al giovane di ottenere il finanziamento desiderato. Dunque il genitore presenterà tutte le garanzie necessarie per poter accedere al finanziamento stesso. L’erogazione tuttavia avverrà sulla PostePay Evolution intestata al proprio figlio, che in questo modo avrà subito a disposizione i soldi di cui ha bisogno sulla propria carta. Per quanto riguarda il rimborso, sarà sempre il beneficiario del finanziamento a farsi carico delle rate di rimborso previste. Il garante entra in gioco solamente nel caso in cui il soggetto finanziato non riuscisse ad affrontare le rate pattuite. In questo caso le rate non pagate verranno addebitate sul conto del garante, che successivamente potrà rifarsi sul soggetto che ha ricevuto il finanziamento.

Tempi di attesa erogazione del mini prestito PostePay Evolution: quanto ci vuole?

Un aspetto fondamentale che bisogna valutare quando si deve scegliere la forma di prestito personale perfetta per noi è la velocità di erogazione. Spesso infatti abbiamo bisogno con una certa urgenza della somma di denaro che vogliamo richiedere alla nostra banca o finanziaria. Per vedere quali sono i tempi di attesa necessari per l’erogazione del Mini Prestito PostePay Evolution abbiamo dato un’occhiata alle informazioni disponibili sul sito internet delle Poste Italiane per poi leggere alcune opinioni pubblicate online dai clienti. È sempre importante sapere qual è il parere di coloro che hanno ricevuto un certo finanziamento prima di noi per vedere se effettivamente quanto riportato sul sito internet della compagnia corrisponde alla realtà.

In base a quanto riportato sul sito internet delle Poste Italiane il prestito PostePay Evolution è estremamente veloce. Il motivo principale va ricercato nel fatto che stiamo parlando di una forma di prestito personale per la quale l’importo richiedibile è particolarmente basso. Il rischio per la compagnia dunque non è elevato e perciò anche i tempi di attesa necessari perché avvenga l’erogazione saranno molto bassi. Un altro motivo per il quale l’erogazione del mini prestito BancoPosta è particolarmente veloce è che si tratta di un finanziamento rivolto esclusivamente ai clienti delle Poste Italiane che siano in possesso della carta PostePay Evolution. Dunque coloro che possono presentare la richiesta saranno cliente pre-valutati dalla compagnia. Inoltre l’erogazione su una carta PostePay Evolution è più veloce rispetto a quella che può avvenire su un conto corrente presso una banca esterna.

Basteranno dunque solamente poche ore dall’invio della richiesta di prestito perché avvenga l’erogazione sulla nostra carta. Dalle recensioni del prodotto pubblicate sui principali forum di settore dai clienti delle Poste Italiane, le informazioni riportate sul sito sono veritiere. I clienti si ritengono infatti estremamente soddisfatti dalla velocità di erogazione del mini prestito BancoPosta. Si tratta dunque della soluzione ideale per tutti coloro che siano alla ricerca di un piccolo finanziamento da ricevere nel più breve tempo possibile. Nel caso del prestito PostePay Evolution l’erogazione della somma di denaro richiesta, che ricordiamo va dai 1.000 ai 3.000 euro, avverrà addirittura in giornata.

Preventivo Prestito PostePay Evolution 2021: simulazione, calcolo rata e interessi

Come ripetiamo sempre all’interno delle nostre recensioni sui prestiti personali, la cosa migliore da fare prima di procedere con la richiesta del finanziamento desiderato è quella di calcolare un preventivo. In questo modo possiamo infatti renderci conto dell’effettiva convenienza o meno di un prodotto. Grazie al preventivo di prestito PostePay Evolution potremo infatti conoscere subito la rata di rimborso che andremo ad affrontare e i tassi d’interesse applicati. Solitamente per calcolare un preventivo è necessario effettuare una simulazione in cui dobbiamo fissare l’importo al quale siamo interessati e la durata che preferiamo tra quelle disponibili, in modo da ottenere appunto il calcolo della rata e degli interessi per il nostro finanziamento.

Nel caso dei Mini Prestiti BancoPosta riservati ai titolari di una carta PostePay Evolution il calcolo del preventivo è un po’ diverso. Come abbiamo già visto in precedenza infatti la durata di questo piccolo prestito personale è fissata a 22 mesi. Questa sarà la durata del prestito PostePay Evolution indipendentemente dall’importo al quale siamo interessati. Di conseguenza rispetto al calcolo del preventivo che possiamo fare per un prestito personale di diverso tipo, in questo caso non possiamo confrontare diverse durate. Quello che possiamo fare grazie al calcolo del preventivo è però confrontare le condizioni del Mini Prestito BancoPosta con quelle offerte da un altro istituto di credito. Ovviamente il confronto è valido se fatto a parità di importo richiesto e a parità di durata, visto che altrimenti i tassi d’interesse sarebbero giustamente diversi. Vediamo dunque quali sono i preventivi di prestito PostePay Evolution per ognuno degli importi disponibili, che sono appunto 1000 euro, 2000 euro e 3000 euro.

IMPORTO DURATA RATA MENSILE IMPORTO DA RIMBORSARE COSTO DEL PRESTITO
1000 euro 22 mesi 50 euro 1.100 euro 100 euro
2000 euro 22 mesi 100 euro 2.200 euro 200 euro
3000 euro 22 mesi 150 euro 3.300 euro 300 euro

Trattandosi di un prestito personale con una durata fissa, sul sito internet di Poste Italiane non è possibile effettuare una simulazione del prestito PostePay Evolution. Inoltre è bene sottolineare che il tasso d’interesse applicato dipende da diversi fattori che riguardano le garanzie che il cliente è in grado di fornire alla compagnia. Di conseguenza la tabella che abbiamo appena visto va letta come una soglia minima della rata di rimborso mensile, che potrebbe essere leggermente più alta. In ogni caso possiamo dire che la rata che si andrà a pagare per il rimborso del Mini Prestito BancoPosta sarà decisamente leggera. Questo è dovuto al fatto che oltre ad essere importi piuttosto bassi, la durata fissata di 22 mesi permette un rimborso in totale serenità.

Gli interessi che andremo a pagare non saranno particolarmente elevati, visto che come si evince dalla tabella dei preventivi il costo complessivo del finanziamento va dai 100 euro ai 300 euro. Molto probabilmente non avrete dunque grossi problemi ad affrontare questo tipo di finanziamento, ed è proprio per questo motivo che sono moltissimi i clienti che scelgono il prestito PostePay Evolution. Per conoscere le condizioni del Mini Prestito BancoPosta prima di effettuare la richiesta vi consigliamo comunque di recarvi presso un qualsiasi ufficio postale per ricevere un preventivo dettagliato. In questo modo, presentando le garanzie richieste, verrà definito il tasso d’interesse da applicare e dunque anche le rate di rimborso mensili ed il costo complessivo del prestito. Ovviamente la richiesta di preventivo per il prestito PostePay Evolution è completamente gratuita e assolutamente senza vincoli, visto che rappresenta solamente una richiesta di informazioni.

21 Commenti

  1. Il finanziamento sinuose avere anche con qualche causa con esiti negativi sono.pensionato e la mia online e accreditata sulla posta per evuluscion

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*