You are here: Home » Prestiti News » Prestito con carta di credito: come usarla come garanzia o per il rimborso

Prestito con carta di credito: come usarla come garanzia o per il rimborso

Vediamo nel dettaglio come funziona il prestito con carta di credito, una particolare forma di finanziamento che può essere utile in diverse occasioni. Scopriamo dunque come usare la carta di credito come garanzia oppure semplicemente per effettuare il rimborso del prestito ricevuto dalla banca.

Prestito con carta di credito: come usarla come garanzia

I prestiti con carta di credito sono sempre più diffusi e vengono offerti da molti dei principali istituti di credito. Questa tipologia di finanziamento fa parte della categoria dei prestiti personali, che sono appunto quei finanziamenti rivolti ai privati, che possono avere diverse finalità. Il prestito con carta di credito è solitamente caratterizzato da un importo piuttosto basso, e per questo motivo viene anche considerato un piccolo prestito o anche mini prestito. Prima di analizzare nel dettaglio le caratteristiche economiche di questo prodotto, è bene capire meglio di cosa stiamo parlando. I prestiti con carta di credito non sono altro che dei finanziamenti che sono rivolti esclusivamente ai titolari di una carta di credito. Questo significa che si tratta di particolari prodotti che gli istituti di credito riservano ai propri clienti. Da qui possiamo sottolineare fin da subito il primo vantaggio di questa tipologia di finanziamento, che è quello della convenienza. Infatti solitamente le banche e le finanziarie prevedono delle offerte speciali per i propri clienti, che rivolgendosi alla propria banca hanno così la possibilità di risparmiare sul costo del finanziamento.

Un aspetto fondamentale da considerare quando si è alla ricerca di un qualsiasi tipo di prestito, è quello dei requisiti e delle garanzie richieste dall’istituto di credito al quale ci rivolgiamo. Una domanda che in molti si pongono, riguarda la possibilità di usare la carta di credito come garanzia del prestito personale. Per chi non fosse particolarmente esperto del settore, le garanzie che solitamente vengono richieste per poter ricevere un prestito personale sono la busta paga o il cedolino della pensione. Nel caso dei finanziamenti che stiamo considerando, è possibile utilizzare la carta di credito come garanzia? Per rispondere a questa domanda è necessario considerare alcune caratteristiche della carta di credito. Questa carta di pagamento è legata ad un conto corrente, di cui il cliente è titolare presso una certa banca. Di conseguenza quando si parla di carta di credito ci si riferisce semplicemente all’oggetto tramite il quale è possibile effettuare dei pagamenti, tuttavia i soldi che vengono spesi sono quelli che costituiscono il saldo del proprio conto corrente bancario.

Da questa precisazione è possibile chiarire principalmente due aspetti. Il primo è che la carta di credito non costituisce di per sé una garanzia che può essere utilizzata per accedere ad un finanziamento. Allo stesso tempo, però, è possibile usarla come garanzia perché appunto legata al proprio conto corrente. Di conseguenza, quando si dice di utilizzare la carta di credito come garanzia ci si riferisce a garantire il totale rimborso del finanziamento tramite il saldo del proprio conto corrente. Sebbene non si tratti di un documento di reddito (come nel caso della busta paga e del cedolino della pensione), ci sono dei casi in cui è sufficiente presentare la propria carta di credito per accedere al finanziamento. Come detto in precedenza, questo tipo di prestiti con carta di credito sono quelli che i vari istituti di credito riservano a coloro che siano già clienti della compagnia.

Prestiti con carta di credito: importo richiedibile e modalità di rimborso

Dopo aver capito come fare per usare la propria carta di credito come garanzia del finanziamento, possiamo dare un’occhiata alle caratteristiche economiche di questo tipo di prestiti personali. Tra i vantaggi legati al fatto di essere piccoli prestiti ci sono la facilità con la quale è possibile accedere al finanziamento desiderato, e allo stesso tempo la velocità di erogazione. Considerando il basso rischio per le banche legato alla concessione di un prestito di questo tipo, nella maggior parte dei casi non ci saranno particolari problemi nel ricevere la somma di denaro di cui si ha bisogno. Allo stesso tempo, i tempi di erogazione, legati alla gestione della pratica, saranno letteralmente abbattuti. Non a caso i prestiti con carta di credito, spesso conosciuti anche sotto il nome di fido bancario, prevedono un’erogazione immediata.

In pratica il prestito con carta di credito equivale ad avere l’importo di cui si ha bisogno sempre a portata di mano, pronto per essere utilizzato per effettuare spese online o per essere prelevato in contanti allo sportello della propria banca. Nei prossimi paragrafi analizzeremo alcuni dei migliori prestiti con carta di credito attualmente disponibili. Molte delle caratteristiche di questi prodotti sono in comune tra le diverse compagnie, mentre le differenze riguardano l’importo richiedibile, le modalità di rimborso, la durata che può essere scelta per il proprio piano di rimborso ed ovviamente i tassi d’interesse Tan e Taeg applicati dalle diverse compagnie. In base alle vostre esigenze potrete dunque scegliere il prodotto ideale per voi, e procedere con la richiesta utilizzando come garanzia proprio la vostra carta di credito.

Mini Prestito BancoPosta: il finanziamento richiedibile con carta PostePay Evolution

Il Mini Prestito BancoPosta è il finanziamento offerto dalle Poste Italiane ai titolari della carta PostePay Evolution. Si tratta dunque di un prodotto rivolto esclusivamente a coloro che siano già clienti delle Poste. Quali sono le caratteristiche del Mini Prestito BancoPosta? Come suggerito dal nome stesso del prodotto, stiamo parlando di un finanziamento rivolto a coloro che abbiano bisogno di un importo relativamente basso. In particolare, sul sito internet delle Poste Italiane si legge che con questa tipologia di prestito con carta di credito è possibile ricevere una somma di denaro che va da un minimo di 1000 euro fino ad un massimo di 3000 euro. Per quanto riguarda la modalità di rimborso, viene specificato che la durata è fissa e pari a 22 mesi. Di conseguenza, a differenza dei prestiti personali classici, in questo caso non è possibile scegliere il piano di rimborso che si preferisce. In ogni caso, considerando che la somma di denaro richiedibile è piuttosto bassa, le rate mensili che andremo a pagare saranno particolarmente leggere e dunque non costituiranno un grosso problema.

Il Mini Prestito BancoPosta può essere richiesto dai titolari della carta PostePay Evolution semplicemente recandosi presso un qualsiasi ufficio postale. Al momento della richiesta è necessario avere a portata di mano tutta la documentazione necessaria. Quali sono i requisiti e le garanzie richieste per accedere a questo prestito con carta di credito. In questo caso il possesso della carta PostePay rappresenta un requisito indispensabile, tuttavia non è una garanzia sufficiente per poter accedere all’importo desiderato. Tra i requisiti c’è come sempre quello di avere un’età di almeno 18 anni, mentre l’età massima consentita è fissata a 76 anni non compiuti. In questo senso viene considerata l’età alla fine del rimborso, perciò in tal senso dovrete aggiungere alla vostra età al momento della richiesta i 22 mesi del rimborso stesso. Come detto, nel caso del Mini Prestito BancoPosta non è possibile utilizzare la carta PostePay Evolution come unica garanzia. Sul sito internet della compagnia viene infatti specificato che oltre alla carta d’identità e alla tessera sanitaria, il richiedente è tenuto a presentare un valido documento di reddito.

Possono essere presentati come validi documenti di reddito la busta paga, nel caso dei lavoratori dipendenti, il cedolino della pensione, nel caso dei pensionati, ed infine la dichiarazione dei redditi, nel caso dei lavoratori autonomi. Uno dei vantaggi del Mini Prestito BancoPosta è quello di prevedere dei tempi di erogazione estremamente brevi. Una volta che la richiesta di finanziamento è stata accettata dalla compagnia, l’importo richiesto viene immediatamente erogato sulla carta PostePay Evolution intestata al richiedente. Dunque i soldi richiesti saranno subito a vostra disposizione, per affrontare qualsiasi tipo di spesa. A partire dal mese successivo a quello in cui è avvenuta l’erogazione, inizierà periodo di rimborso. La modalità di rimborso utilizzata è quella dell’addebito diretto sulla carta PostePay Evolution oppure sul Conto Corrente BancoPosta intestato al richiedente. Dunque il cliente non dovrà preoccuparsi della data di scadenza di ogni rata, perché il pagamento sarà completamente automatico.

MiniCredito Compass: fido bancario, riserva di liquidità con erogazione immediata

Un altro prestito con carta di credito molto interessante è il MiniCredito Compass. Se siete alla ricerca di una piccola somma di denaro per affrontare una determinata spesa con una certa urgenza, allora questo potrebbe essere il prodotto che fa al caso vostro. La somma di denaro richiedibile con il MiniCredito Compass è più bassa rispetto a quella del Mini Prestito BancoPosta che abbiamo appena analizzato. In questo caso, infatti, il cliente potrà richiedere fino ad un massimo di 1500 euro. In ogni caso, si tratta comunque di un prodotto molto versatile, visto che ci sono diverse spese per le quali un prestito con carta di credito di tale importo potrebbe essere molto comodo. Le caratteristiche del prodotto sono molto simili a quelle che abbiamo elencato in precedenza, Anche in questo caso, infatti, al momento della richiesta del MiniCredito Compass viene attivata una linea di credito, che altro non è che una riserva di denaro sempre a portata di mano del cliente.

Dunque una volta attivato il servizio si avrà la possibilità di prelevare o spendere tramite carta di credito fino ad un massimo di 1500 euro. Come funziona il rimborso? Le caratteristiche del rimborso vengono definite dal cliente in sede di richiesta di attivazione del servizio. In base alle condizioni del proprio finanziamento, verranno fissate delle rate mensili piuttosto leggere, da 50 euro o da 100 euro. Il pagamento delle rate avverrà in modo automatico, tramite la trattenuta del relativo importo dal conto corrente intestato al cliente. Tutte le caratteristiche del MiniCredito Compass sono comunque sempre consultabili accedendo alla propria Area Clienti riservata, sia da pc tramite il sito internet di Compass che da smartphone e tablet tramite l’App. In questo modo il cliente potrà gestire il proprio prestito con carta di credito, che potrà richiedere nuovamente una volta ricostituita la riserva di denaro precedentemente utilizzata.

Prestito con Carta di Credito Findomestic: come richiederlo, importo e durata

Tra le migliori compagnie che offrono ai propri clienti la possibilità di ricevere un prestito con carta di credito troviamo poi Findomestic. Sul sito internet della banca ci viene presentata la carta di credito Findomestic, con tutti i vantaggi riservati a coloro che ne siano in possesso. Tra questi c’è ovviamente quello di poter accedere al prestito con carta di credito che stiamo analizzando in questa pagina. Anche in questo caso, la tipologia di finanziamento consiste in un fido bancario, e dunque il cliente avrà sempre a disposizione una linea di credito. La somma di denaro alla quale è possibile accedere in modo immediato con il prestito con carta di credito Findomestic arriva fino ad un massimo di 3000 euro. Per ottenere i soldi di cui si ha bisogno basterà effettuare il pagamento in negozio oppure online tramite carta di credito, oppure prelevare presso un qualsiasi sportello ATM. Come riportato sul sito internet di Findomestic, infatti, è sempre possibile richiedere un anticipo di contanti, che potrebbero essere indispensabili per affrontare determinate spese.

Come fare per gestire i prestiti con carta di credito Findomestic? Il tutto è molto semplice, è potrà essere fatto accedendo alla propria Area Clienti. È possibile gestire i propri prodotti Findomestic tramite il sito internet oppure tramite App. In particolare, come abbiamo detto la carta di credito può essere utilizzata sia per utilizzare i propri soldi che per accedere ad un piccolo prestito con erogazione immediata. Per differenziare le due situazioni, il cliente dovrà scegliere tra le due opzioni disponibili: scegliendo il pagamento “a fine mese“, l’intero importo speso o prelevato verrà trattenuto dal vostro conto corrente; se invece preferite usufruire di un pagamento rateizzato dell’importo speso o prelevato, allora l’opzione da scegliere è la “Scelta Credito“. In questo secondo caso, tramite l’App di Findomestic è possibile scegliere il piano di rimborso che si preferisce. In particolare, avremo la possibilità di scegliere tra una durata di 3 mesi, 6 mesi, 9 mesi oppure 12 mesi. Le rate di rimborso saranno fisse, ed indipendentemente dalla scelta effettuata il costo complessivo del finanziamento non sarà particolarmente elevato. Per richiedere il prestito con carta di credito Findomestic è necessario essere maggiorenni, avere un reddito dimostrabile ed essere titolari di un conto corrente Findomestic. Trattandosi di un finanziamento di importo relativamente basso, non ci saranno troppi problemi al momento della richiesta anche per coloro che non abbiano un reddito particolarmente elevato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *