You are here: Home » Prestiti News » Prestiti per pensionati oltre 80 anni: come richiedere finanziamenti all’Inps e in banca

Prestiti per pensionati oltre 80 anni: come richiedere finanziamenti all’Inps e in banca

Le caratteristiche principali dei prestiti per pensionati oltre gli 80 anni. Vediamo come funzionano i finanziamenti rivolti a questa specifica categoria di clienti. Tutto quello che c’è da sapere sulle soluzioni offerte dall’Inps e dalle principali banche e finanziarie. Come effettuare la richiesta per l’importo desiderato e la documentazione necessaria per poter presentare la domanda.

Prestiti per pensionati di 80 anni e oltre: come richiederli all’Inps

In questa pagina vedremo in che modo è possibile richiedere un prestito per anziani con più di 80 anni. La formula di finanziamento migliore in circolazione è la cessione del quinto per pensionati Inps fino a 90 anni. Questa soluzione è offerta direttamente dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, ed offre condizioni particolarmente convenienti proprio alla classe dei pensionati. In particolare, le caratteristiche che rendono piuttosto appetibile la cessione del quinto è innanzitutto il fatto di prevedere rate fisse e mai troppo alte, visto che al massimo corrisponderanno ad un quinto della pensione netta percepita. Inoltre la rata ci verrà trattenuta direttamente dall’Inps, e non dovremo preoccuparci della scadenza mensile.

I finanziamenti offerti dall’Inps vengono spesso identificati con il nome dell’ente che in passato aveva in gestione questi prodotti, perciò si parla ancora di prestiti Inpdap. Questi vengono poi suddivise in due sottocategorie: i piccoli prestiti, con durata che va da uno a quattro anni, e i prestiti pluriennali, che possono prevedere un rimborso quinquennale o decennale. I pensionati di oltre 80 anni possono scegliere entrambe le soluzioni, in quanto l’età massima è fissata a 90 anni al termine del rimborso. Dunque per poter richiedere la cessione del quinto Inps è necessario che aggiungendo all’età del cliente la durata del finanziamento scelto, il risultato sia inferiore o uguale a 90.

Cosa deve fare un pensionato per richiedere la cessione del quinto Inps? La prima cosa da fare è quella di richiedere all’Istituto la comunicazione di cedibilità della pensione. Questa può essere richiesta presso una qualsiasi delle Sedi Inps che si trovano sul territorio nazionale, e che possono essere ricercate direttamente tramite l’apposita procedura di ricerca online. Su questo documento verrà specificata la rata massima che può essere affrontata dal cliente stesso. Per richiedere la cessione del quinto per gli ultraottantenni è dunque necessario recarsi presso una banca o finanziaria che prevede questa forma di finanziamento presentando la comunicazione di cedibilità della pensione. L’Inps non è infatti un istituto di credito, e si limita a definire delle convenzioni con alcune banche e finanziarie, come vedremo nei prossimi paragrafi. In ogni caso, comunque, vi ripetiamo che per richiedere la cessione del quinto della pensione non basta rivolgersi all’Inps.

Cessione del quinto Inps per pensionati di oltre 80 anni: banche aderenti

Se siete interessati alla cessione del quinto Inps per pensionati di oltre 80 anni, come abbiamo detto è necessario rivolgersi ad una banca o finanziaria. Quasi tutte le compagnie prevedono questa particolare opzione di finanziamento, visto che i pensionati possono garantire un’entrata mensile garantita a vita, dalla quale può essere dunque detratta la rata di rimborso mensile. Tra tutte le banche alle quali possiamo rivolgerci, la cosa migliore da fare è quella di scegliere una delle banche convenzionate con l’Inps. Quest’ultimo ha infatti stabilito delle condizioni particolarmente convenienti, alle quali alcune delle principali compagnie hanno aderito e dunque offrono i tassi d’interesse migliori sul mercato.

L’elenco delle compagnie che hanno stipulato la Convenzione con l’Inps può essere consultato direttamente sul sito web dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Tra queste troviamo, solo per citarne alcune, Agos, Bnl, Compass, Findomestic e Unicredit. Se scegliamo di rivolgerci ad una di queste banche o finanziarie, potremo recarci direttamente presso la filiale più vicina a casa nostra. La comunicazione di cedibilità di cui abbiamo parlato nei paragrafi precedenti viene infatti inviata direttamente dall’Inps alla nostra banca.

Se siete pensionati di oltre 80 anni, tutto quello che dovrete fare per richiedere il finanziamento di cui avete bisogno è scegliere la rata che preferite (che dovrà essere ovviamente inferiore o uguale all’importo registrato sulla comunicazione di cedibilità) e la durata del prestito, sempre considerando il vincolo detto in precedenza. Da questi due parametri dipenderà anche l’importo netto che potrete ricevere tramite la cessione del quinto. Per calcolare la somma di denaro alla quale potrete aver accesso vi basterà moltiplicare la rata mensile per il numero di mesi in cui intendete completare il rimborso. Il risultato sarà però l’importo che andremo a restituire alla banca, dal quale andranno sottratti gli interessi e le spese di gestione fissate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *