You are here: Home » Prestiti News » Prestiti Personali per Militari 2019: preventivo prestito INPDAP, agevolazioni e requisiti

Prestiti Personali per Militari 2019: preventivo prestito INPDAP, agevolazioni e requisiti

Scopriamo come funzionano i prestiti personali per militari disponibili per il 2019. Come calcolare la rata di rimborso e i tassi d’interesse applicati tramite il preventivo di prestito INPDAP. Infine i requisiti richiesti per ottenere il finanziamento e tutte le agevolazioni riservate ai militari.

Prestiti Personali per Militari 2019: requisiti richiesti e preventivo

Se siete alla ricerca di un prestito personale per militari, le soluzioni tra le quali scegliere non mancano di certo. I militari infatti, così come gli altri gruppi che appartengono alle Forze Armate, rappresentano una categoria di clienti particolarmente apprezzata da banche e finanziarie. Questo perché i militari possono offrire agli istituti di credito delle buone garanzie. Vediamo dunque innanzitutto quali sono i requisiti richiesti per poter accedere ai prestiti personali e quali le garanzie necessarie. In generale per poter richiedere un prestito personale è necessario essere residenti in Italia ed avere un’età compresa tra i 18 anni e i 75 anni o poco più (in alcuni casi si arriva fino ad 80 anni. Con riferimento al caso che stiamo considerando in questo articolo, e cioè quello dei prestiti per militari, possiamo dire che non ci sono dubbi sulla possibilità di richiedere un finanziamento di questo tipo.

Continuando ad analizzare i requisiti che devono possedere i militari per poter richiedere un prestito personale c’è quello di percepire un reddito prodotto in Italia. Ovviamente anche questo requisito è rispettato per i militari italiani, che dunque come ultimo step per poter ottenere la somma di denaro desiderata devono semplicemente presentare un valido documento di reddito. Questa è infatti l’unica garanzia che viene richiesta dalle banche per poter accedere ad uno dei finanziamenti che vengono offerti. Il documento di reddito che permette a tutti i militari di accedere al prestito personale desiderato sarà semplicemente la propria busta paga. Quest’ultima è la garanzia ideale per un istituto di credito, in quanto rappresenta un’entrata mensile fissa, dalla quale potranno essere detratte ogni mese le rate di rimborso previste dal contratto.

Tutti i principali istituti di credito come Agos Ducato, Findomestic, Unicredit, ING Direct, Poste Italiane, Compass e non solo offrono dunque senza problemi prestiti personali ai militari. Per scegliere la soluzione ideale vi consigliamo di calcolare un preventivo online tramite il sito internet di diverse compagnia e valutare quella più conveniente. Dal punto di vista delle garanzie dunque possiamo considerare i militari come un qualsiasi lavoratore dipendente. Per questo motivo le forme di prestito alle quali possono accedere i militari sono proprio quelle rivolte ai lavoratori dipendenti con busta paga. La soluzione ideale offerta da banche e finanziarie è dunque quella della cessione del quinto. Questa tipologia di finanziamento è perfetta per i militari che sono alla ricerca di un finanziamento a tasso fisso, con una rata leggera e costante per l’intera durata del piano di rimborso.

La rata mensile sarà infatti al massimo pari ad un quinto dello stipendio percepito dal militare, che potrà ovviamente scegliere la durata che preferisce in base alle proprie esigenze. La sola garanzia necessaria per poter accedere alla somma di denaro desiderata è la busta paga. Dividendo per 5 l’importo netto percepito mensilmente si ottiene dunque la rata massima che si potrà affrontare. Il calcolo del preventivo per la cessione del quinto è dunque piuttosto semplice, visto che la rata dipenderà direttamente dallo stipendio percepito del militare. Moltiplicando la rata massima per il numero di mesi relativo alla durata del finanziamento quello che si ottiene sarà l’importo lordo richiedibile. Se volete ricevere un preventivo più dettagliato del prestito personale o della cessione del quinto rivolta ai militari potrete comunque recarvi in filiale per avere un incontro con un esperto del settore.

Prestito INPDAP per Militari: preventivo, rate, tassi e agevolazioni INPS

Oltre ai prestiti personali classici, i militari in alcuni casi possono ricevere anche dei finanziamenti agevolati studiati appositamente per la propria categoria di lavoratori. In particolare le agevolazioni migliori sono quelle che si possono ottenere tramite i prestiti INPDAP. È bene specificare che la dicitura “prestiti INPDAP” si riferisce ai vecchi prestiti agevolati, che sono ormai da tempo gestiti dall’INPS. Il nome corretto di questi prodotti sarebbe dunque quello di prestiti INPS per militari, tuttavia sono in molti ad utilizzare il vecchio nome, anche perché le condizioni e le agevolazioni previste per questi finanziamenti sono pressoché le stesse dei vecchi prestiti INPDAP. Vediamo dunque come funzionano i prestiti INPS per militari.

Le opzioni di prestito agevolato INPDAP per militari si suddividono in due categorie. La prima forma di finanziamento che viene offerta è quella del piccolo prestito, ed ha una durata che va da un anno fino ad un massimo di quattro anni. L’importo che può essere richiesto da un militare dipende dallo stipendio percepito. In particolare la regola definita dall’INPS è che può essere richiesta una mensilità netta per ogni anno del piano di rimborso. Nel caso in cui non ci siano altre trattenute dallo stipendio, allora l’importo richiedibile raddoppia e dunque si possono richiedere due mensilità nette per ogni anno di ammortamento. Le agevolazioni previste dall’INPS riguardano i costi del finanziamento. In particolare per i piccoli prestiti per militari è previsto un tasso d’interesse Tan del 4,25%, con spese di amministrazione solamente dello 0,5%.

Nel caso in cui siate alla ricerca di una somma di denaro più elevata, allora il prestito INPS per militari che fa al caso vostro è il prestito pluriennale. In questo caso la scelta è tra due diversi prodotti: il prestito quinquennale ed il prestito decennale. Come abbiamo già detto per i piccoli prestiti, anche in questo caso l’importo richiedibile varia in base allo stipendio percepito dal richiedente, oltre che ovviamente dalla durata del finanziamento. Anche in questo caso è prevista un’importante agevolazione, visto che il tasso d’interesse applicato è solamente pari al 3,50%. Le spese di amministrazione previste sono sempre dello 0,5%. Per richiedere i piccoli prestiti INPDAP per militari bisogna dunque rivolgersi all’INPS, che si occuperà dell’erogazione dell’importo in caso di prestiti diretti. In alternativa è possibile accedere alle agevolazioni appena descritte rivolgendosi agli istituti di credito convenzionati con l’ente. Sul sito internet dell’INPS è possibile consultare la lista completa delle banche e finanziarie che hanno aderito alla Convenzione, dunque è a queste compagnie che dovrete rivolgervi per ricevere il prestito agevolato per militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *