You are here: Home » Prestiti News » Prestiti Garanzia Giovani 2019: come ottenere finanziamenti a fondo perduto, requisiti e info

Prestiti Garanzia Giovani 2019: come ottenere finanziamenti a fondo perduto, requisiti e info

Vediamo tutte le informazioni utili riguardo i prestiti Garanzia Giovani 2019. I requisiti necessari per accedere alle agevolazioni e le caratteristiche principali del prestito con l’importo che potremo ricevere e i servizi aggiuntivi. Infine come ottenere finanziamenti a fondo perduto, con le modalità di richiesta ed erogazione dell’importo.

Garanzia Giovani: che cos’è e come funziona questo progetto europeo

Uno dei principali problemi che ci sono attualmente in Italia è senza dubbio quello della disoccupazione giovanile. Il numero dei ragazzi e delle ragazze che si trovano senza lavoro è decisamente troppo elevato. Per cercare di ridurre il tasso di disoccupazione giovanile l’Unione Europea ha lanciato il progetto Garanzia Giovani, rivolto appunto a tutti i Paesi Membri che abbiano un tasso di disoccupazione giovanile superiore al 25%. Purtroppo il nostro Paese rientra in questa categoria, e dunque tutti i residenti possono accedere alle diverse agevolazioni legate a questo progetto. In questo articolo ci occuperemo in particolare del prestito per giovani, che rappresenta probabilmente l’aiuto più importante che viene promosso dall’UE tramite Garanzia Giovani, tuttavia questo non è l’unico servizio al quale è possibile accedere.

Come riportato sul sito internet ufficiale di Garanzia Giovani infatti in base alla Raccomandazione Europea del 2013 l’Italia è tenuta a garantire ai giovani sotto i 30 anni una valida offerta di lavoro. In alternativa dovranno essere garantiti il proseguimento degli studi, oppure un contratto di apprendistato o tirocinio entro 4 mesi dal termine degli studi oppure dall’inizio della disoccupazione. In particolare le iniziative promosse grazie al progetto Garanzia Giovani sono rivolti ad una particolare categoria di giovani che viene identificata sotto la sigla Neet (Not in Education, Employment or Training), cioè coloro che non sono inseriti in un percorso scolastico o formativo ed allo stesso tempo non hanno un’occupazione. Dunque se sei un giovane e hai finito gli studi lo Stato Italiano deve fornirti delle valide offerte di lavoro. Garanzia Giovani offre dei validi strumenti che inseriscono i ragazzi e le ragazze residenti nel nostro territorio nel mondo del lavoro.

Coloro ai quali sono rivolti questi strumenti sono i giovani in età compresa tra i 15 anni e i 29 anni. Per accedere alle diverse iniziative proposte è necessario registrarsi al sito internet inserendo tutti i dati personali che vengono richiesti. Molto importante è il servizio di “profiling” che si può trovare all’interno del sito. In base ad una serie di variabili demografiche, territoriali, familiari e individuali il giovane potrà essere profilato in modo da individuare le proposte migliori. Ogni giovane potrà accedere a corsi di formazione molto utili per imparare un mestiere che potrà essere la base per entrare nel mondo del lavoro. Garanzia Giovani offrirà un servizio di supporto che permetterà a qualsiasi giovane di trovare il lavoro più adatto in base alle proprie conoscenze e al settore nel quale intende operare. Dunque tutti i giovani disoccupati avranno finalmente la possibilità di iniziare la propria vita lavorativa.

Prestiti Garanzia Giovani 2019: requisiti richiesti per accedere al finanziamento

Accanto ai numerosi progetti che sono rivolti a coloro che siano in cerca di occupazione, uno prodotto decisamente importante è il prestito Garanzia Giovani 2019. Questa è l’opportunità che l’Unione Europea offre ai ragazzi e alle ragazze residenti in Italia che intendono avviare una propria attività imprenditoriale. Sappiamo tutti quanto sia complicato realizzare un progetto, con tutti i costi connessi all’avvio di un’impresa, ed il tutto è ancora più complicato se a volerla avviare è un giovane. In questo caso infatti è indispensabile ricevere un finanziamento, tuttavia allo stesso tempo ad un giovane disoccupato non viene offerto un prestito da un istituto di credito. Questo è il motivo principale per cui nascono i prestiti Garanzia Giovani, che offrono un’opportunità unica nel suo genere per i ragazzi residenti in Italia. I finanziamenti ai quali è possibile accedere sono inoltre decisamente convenienti grazie appunto ai fondi europei.

Vediamo dunque in particolare chi sono rivolti i prestiti Garanzia Giovani, con i requisiti necessari per poter presentare la domanda. Come abbiamo detto anche in precedenza la categoria di giovani ai quali si riferisce questo sostegno all’autoimprenditorialità è quella dei Neet, cioè coloro che abbiano finito gli studi e siano senza lavoro. La fascia d’età considerata è quella che va dai 18 anni ai 29 anni, e possono presentare la richiesta di finanziamento solamente coloro che siano residenti in Italia. Infine è necessario aver aderito al progetto Garanzia Giovani, di cui fa parte appunto il prestito agevolato. Nel regolamento del fondo SELFIEmployment vengono definite poi nello specifico le iniziative ammissibili, cioè quelle per le quali è possibile accedere al finanziamento desiderato.

Possono presentare la richiesta di prestito Garanzia Giovani coloro che siano intenzionati ad avviare un’impresa individuale, oppure coloro che vogliono far nascere una nuova società di persone. Per quanto riguarda le società cooperative è possibile accedere al finanziamento agevolato solamente nel caso in cui il numero di soci non sia superiore a 9. Infine possono essere finanziate le associazioni professionali e le società tra professionisti. La richiesta di finanziamento per giovani può essere effettuata per le imprese costituite da non più di 12 mesi ma che siano inattive. Per quanto riguarda le imprese individuali e le società di persone o cooperative non ancora costituite il finanziamento agevolato Garanzia Giovani può essere richiesto a patto che queste vengano costituite entro 60 giorni dall’eventuale accettazione della richiesta.

Tra i requisiti richiesti per le imprese individuali c’è la residenza nel territorio italiano, inoltre il giovane non deve aver avuto in passato condanne o rinvii a giudizio. Non possono presentare la richiesta di prestito Garanzia Giovani coloro che abbiano ricevuto agevolazioni pubbliche della stessa natura o per le stesse finalità. Per quanto riguarda le società e le associazioni che vogliono accedere al finanziamento, anche in questo caso è indispensabile la residenza in Italia oltre ad essere iscritte al Registro imprese della CCIAA competente per territorio. In caso di società di persone tra i requisiti necessari per poter presentare la domanda c’è quello per cui il rappresentante legale deve detenere almeno il 51% delle quote societarie. Per le società cooperative è indispensabile che la maggioranza dei soci sia sotto i 30 anni, mentre per quanto riguarda le associazioni professionali e le società tra professionisti tutti i componenti devono essere giovani disoccupati.

Importo richiedibile Prestiti Garanzia Giovani e spese ammissibili

Dopo aver visto a chi sono rivolti i prestiti Garanzia Giovani passiamo ad analizzare le caratteristiche economiche di questi finanziamenti. Il primo aspetto da considerare è quello delle agevolazioni alle quali è possibile accedere, che in particolare sono tre diversi prodotti. Il Microcredito è quello che viene concesso nel caso in cui il progetto presentato preveda una spesa complessiva compresa tra i 5.000 euro e i 25.000 euro considerando i costi al netto dell’IVA. Per quanto riguarda le iniziative con piani di spesa compresi tra i 25.001 euro e i 35.000 euro si accederà invece al cosiddetto Microcredito Esteso. Infine, nel caso in cui il progetto presentato preveda spese comprese tra i 35.001 euro e i 50.000 euro la forma di finanziamento concessa è quella del Piccolo Prestito. In ogni caso l’importo richiedibile sarà pari al 100% del programma di spesa. In generale dunque non ci sono particolari differenze tra i tre prodotti, se non per quanto riguarda le modalità di erogazione che vedremo in seguito.

I vantaggi del prestito Garanzia Giovani sono numerosi, e vengono descritti sempre nel regolamento del fondo SELFIEmployment. La prima caratteristica che rende questo prodotto perfetto per tutti i giovani alla ricerca di un finanziamento è che non sono previste garanzie reali né la firma di un garante come avviene per i prestiti personali classici. In questo caso per accedere al credito desiderato basterà possedere i requisiti che abbiamo elencato in precedenza. Per quanto riguarda invece l’aspetto economico del prestito Garanzia Giovani, stiamo parlando di un prestito senza interessi, il che lo rende decisamente più conveniente rispetto a qualsiasi finanziamento offerto da banche e finanziarie. Dunque se siete alla ricerca di un prestito conveniente è senza dubbio questo il prodotto che fa al caso vostro.

Un altro aspetto molto importante legato ai prestiti Garanzia Giovani è quello delle spese ammissibili. A differenza dei prestiti personali infatti la somma di denaro che potremo ottenere tramite questo finanziamento dovrà essere necessariamente utilizzata per far fronte alle spese riportate nel business plan. Queste dovranno inoltre far parte delle spese ammissibili riportate sul regolamento del finanziamento stesso. Nel piano di spesa potranno essere inseriti i costi relativi all’acquisto di attrezzature e macchinari indispensabili per la propria attività, ma anche tutti gli impianti e allacciamenti. Inoltre può essere finanziato l’acquisto di beni immateriali ad utilità pluriennale, ad eccezione dei brevetti, delle licenze e dei marchi legati ad iniziative di franchising. Infine, per quanto riguarda le spese di investimento, sono ammissibili quelle relative alla ristrutturazione di immobili di proprietà, con il vincolo che la percentuale di spesa rispetto al totale non superi il 10%.

Nel caso delle attività che devono ancora essere avviate sono ammissibili appunto tutte le spese di avvio. Queste ultime comprendono ad esempio l’acquisto di materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti utili alla propria attività. Inoltre possono essere inseriti nel business plan i costi relativi ad utenze e canoni di locazione relativi agli immobili. Anche tutte le garanzie assicurative funzionali alla propria attività imprenditoriale potranno essere finanziate tramite il prestito Garanzia Giovani. Infine, considerando che stiamo parlando di un’attività che sta nascendo, verranno finanziate le spese per i lavoratori dipendenti, e dunque per salari e stipendi relativi ai primi mesi di attività. In questo modo dunque il soggetto finanziato potrà avere subito un’importante liquidità per far fronte a tutte le spese che si devono affrontare per avviare una nuova attività imprenditoriale. Successivamente, una volta che l’attività è avviata non ci saranno troppi problemi ad affrontare le rate di rimborso grazie ai guadagni derivanti dall’attività stessa.

Come ottenere finanziamenti a fondo perduto per giovani: info utili

Se siete giovani alla ricerca di un finanziamento per realizzare un valido progetto sono diversi i prodotti ai quali potrete accedere. Grazie ai fondi europei vengono infatti pubblicati periodicamente dei bandi per l’assegnazioni di prestiti agevolati. Tra questi la forma di finanziamento più conveniente in assoluto è senza dubbio quella dei prestiti a fondo perduto. Questa forma di prestito è caratterizzata dal fatto che una parte dell’importo erogato è appunto a fondo perduto, il che significa che non dovrà essere rimborsata dal beneficiario del finanziamento stesso. Per ottenere finanziamenti a fondo perduto dovrete presentare la domanda tramite il relativo bando, che viene pubblicato sul sito internet di ogni Regione in base alla disponibilità.

Il prestito Garanzia Giovani di cui abbiamo parlato su questa pagina non è un prestito a fondo perduto ma rappresenta comunque un’opportunità unica per tutti i giovani che vogliono avviare una propria attività imprenditoriale. Per ottenere questo tipo di finanziamento è necessario innanzitutto registrarsi al sito internet di Garanzia Giovani. Per quanto riguarda la richiesta di finanziamento, questa potrà essere effettuata esclusivamente online seguendo la procedura informatica messa a disposizione dal sito internet di Invitalia. Prima di inviare la domanda questa dovrà essere firmata digitalmente dal richiedente, che potrà essere dunque il titolare dell’impresa individuale, il legale rappresentante della società o associazione. All’interno della domanda dovranno essere inseriti i dati anagrafici e il profilo del proponente ed una descrizione esaustiva dell’attività in cui siano riportati tutti gli aspetti tecnici ed economico-finanziari oltre ad un’analisi di mercato dettagliata con le relative strategie da seguire.

Una volta presentata la richiesta di prestito Garanzia Giovani per ricevere una risposta di ammissione o non ammissione alle agevolazioni è previsto un tempo di attesa di circa 60 giorni. Sulla base delle informazioni contenute nella domanda verrà innanzitutto analizzata l’ammissibilità, in base alla completezza dei dati inseriti e al possesso dei requisiti richiesti. Tra le domande ammissibili verranno poi finanziati soltanto i progetti veramente meritevoli. Per la valutazione del merito vengono prese in considerazione innanzitutto le competenze tecniche e gestionali del proponente, dunque è molto importante dimostrare di essere molto competenti in materia. Per quanto riguarda il progetto da realizzare, verrà valutata la fattibilità tecnica ed operativa, la sostenibilità economico-finanziaria e la definizione del mercato di riferimento.

Nel caso in cui la nostra richiesta di prestito Garanzia Giovani venisse accettata, allora verrà effettuata l’erogazione in base al tipo di finanziamento richiesto. Nel caso del Microcredito questa avverrà in un’unica soluzione tramite bonifico bancario. Per quanto riguarda il Microcredito Esteso è previsto invece un anticipo di 25.000 euro versati in un’unica soluzione. La restante parte verrà erogata solamente nel caso in cui entro 18 mesi il beneficiario del finanziamento comunichi l’avvenuto completamento e pagamento del programma di spesa presentato. L’erogazione del Piccolo Prestito avviene invece in un primo Stato Avanzamento Lavori, non superiore al 50% del piano di spesa, ed erogazione della restante parte entro 18 mesi previa comunicazione di completamento e pagamento del programma di spesa. Il pagamento delle rate di rimborso decorre dal mese successivo all’erogazione dell’importo richiesto, mentre il piano di ammortamento prevede una durata pari a 7 anni senza interessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *