You are here: Home » Prestiti News » Prestiti da usurai: sanzioni penali, come e perché evitare gli “strozzini” senza garanzia

Prestiti da usurai: sanzioni penali, come e perché evitare gli “strozzini” senza garanzia

Quando si è alla disperata ricerca di un finanziamento, ci si può purtroppo imbattere nei cosiddetti prestiti da usurai. Vediamo perché è bene evitare gli “strozzini” senza garanzia e soprattutto come evitarli, e cioè tutte le alternative valide e legali che ci permetteranno di ottenere i soldi di cui abbiamo bisogno nel più breve tempo possibile.

Prestiti da usurai: perché evitare gli “strozzini” senza garanzia e sanzioni penali

Se siete alla ricerca di una somma di denaro, le soluzioni per ottenerle sono diverse. In alcuni casi può accadere di dover affrontare una spesa imprevista, per la quale non è possibile aspettare più di 24 ore. In questo caso difficilmente possiamo trovare il prestito che fa al caso nostro rivolgendoci ad una banca, a causa del tempo necessario per la valutazione del cliente. Per questo motivo la soluzione ideale può essere quella di affidarsi a privati. I prestiti tra privati sono del tutto legali, tuttavia può accadere di imbattersi nei cosiddetti prestiti da usurai. Come definito dalla legge italiana, un prestito usuraio è un finanziamento che prevede un tasso d’interesse troppo alto. Cercando su internet un finanziamento non si può sapere a chi ci si rivolge e per questo motivo è bene fare molta attenzione. Purtroppo alcuni soggetti che dispongono di una somma abbastanza elevata di denaro possono approfittare delle persone che sono alla disperata ricerca di un prestito, offrendolo a condizioni estremamente sfavorevoli per il cliente.

Coloro che offrono questo tipo di finanziamento vengono detti “strozzini“. Perché è bene starne alla larga? Innanzitutto perché accettando le condizioni che ci vengono proposte andremo a pagare un prezzo eccessivamente alto per ottenere la somma di denaro di cui abbiamo bisogno. Inoltre nel caso in cui dopo alcuni mesi ci trovassimo in difficoltà nell’affrontare le rate di rimborso previste, può accadere che gli strozzini ottengano i soldi che dobbiamo loro ad esempio con la confisca illegale di beni. Come possiamo individuare un prestito da usurai? La caratteristica che determina che un finanziamento è illegale è il tasso d’interesse applicato. La legge italiana definisce la soglia di usura per ognuna delle tipologie di finanziamento definite dalla legge. In particolare per i prestiti personali la soglia di usura fissata è pari al 16,81%. Nel caso in cui il prestito che avete ricevuto preveda una percentuale di interessi annui che superi la soglia di usura è possibile procedere con la denuncia dello strozzino che ci ha prestato i soldi.

Un altro caso in cui ci si può imbattere nei prestiti da usurai è quando non abbiamo le garanzie necessarie per poter aver accesso al credito. Per qualsiasi forma di finanziamento sono infatti previsti dei requisiti, che saranno più o meno restrittivi in base all’istituto di credito al quale ci affidiamo. Nonostante solitamente si riscontrino meno problemi per ottenerli, anche nel caso dei prestiti tra privati è necessario presentare alcune garanzie, senza le quali non potremo aver accesso al credito. Per questo motivo se qualcuno vi offre un finanziamento senza garanzie è bene fare molta attenzione. Le sanzioni penali previste dalla legge italiana riguardano innanzitutto il risarcimento delle vittime di usura delle somme di denaro già corrisposte, sia per quanto riguarda gli interessi che per il rimborso del capitale ricevuto in prestito. Dunque trattandosi di una forma di finanziamento vietata dalla legge, l’individuo che ha subito la truffa non sarà tenuto a restituire i soldi ricevuti. Inoltre per gli strozzini è prevista dalla legge una pena che va dai 2 ai 10 anni di reclusione e una multa che va dai 5.000 euro ai 30.000 euro.

Come evitare i prestiti da usurai: migliori finanziamenti da privati

Abbiamo visto dunque quanto sia importante stare alla larga da coloro che ci offrono i cosiddetti prestiti da usurai. Come fare però se si ha bisogno di un finanziamento ma non abbiamo le garanzie necessarie? In questo caso esistono delle forme di prestito da privati del tutto legali e che possiamo scegliere anche senza avere particolari garanzie. Il migliore prestito tra privati è il cosiddetto prestito tra parenti. Soprattutto se la somma di denaro di cui abbiamo bisogno non è particolarmente elevata, possiamo chiedere il finanziamento ad un nostro parente. Questa tipologia di prestito è del tutto legale e prevista dalla legge, a patto che venga stipulato un contratto in cui dovranno essere specificati i dati anagrafici di entrambe le parti, l’importo che viene prestato e la data in cui avviene il passaggio di denaro. Per quanto riguarda le modalità di rimborso, dovranno essere specificati il numero di rate previste e il tasso d’interesse applicato. In alcuni casi può accadere che chi ci presta i soldi non intenda fissare alcun interesse. È il caso ad esempio di un padre che presta i soldi ad un figlio, e si parla perciò di prestito infruttifero.

Il contratto dovrà essere ovviamente firmato sia da chi riceve il finanziamento che da colui che lo eroga. Quando la somma che viene prestata in questo modo è particolarmente elevata, il consiglio è quello di rivolgersi ad un notaio per registrare il contratto davanti a dei testimoni che firmeranno in calce il documento. Questa tipologia di prestiti tra privati è senza dubbio la migliore in assoluto, soprattutto se il prestito è infruttifero. In ogni caso il grande vantaggio di questa forma di finanziamento è che si può ottenere senza alcuna garanzia, in quanto si tratta di un accordo basato sulla reciproca fiducia. Purtroppo, soprattutto nel caso in cui abbiate bisogno di un importo particolarmente elevato, è molto difficile trovare qualcuno disposto ad offrirci un finanziamento.

La soluzione alla quale si può ricorrere in questo caso è quella che prende il nome di “social lending“. Il prestito sociale è una forma di finanziamento tra privati che viene gestita da diverse community nelle quali entrano in contatto coloro che hanno bisogno di un prestito con dei privati intenzionati ad investire una somma più o meno importante. Le principali piattaforme di social lending sono ad esempio Prestiamoci, Smartika, Soisy e BLender, anche se sul web potrete trovarne delle altre. La modalità di richiesta di un prestito è del tutto simile al caso dei prestiti che potremmo richiedere ad una banca. La piattaforma ci “nasconderà” in qualche modo che il finanziamento ci verrà erogato da diversi privati, ognuno in una certa percentuale. Dunque il richiedente riceverà la somma di denaro desiderata sul proprio conto corrente. In base al tasso d’interesse previsto dovremo pagare le rate di rimborso proprio come se lo dovessimo restituire ad una banca, ed il sistema si preoccuperà di suddividerlo tra i vari investitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *