You are here: Home » Prestiti News » Prestiti Cambializzati 2020: veloci, a domicilio e online tra privati, finanziarie e agenzie

Prestiti Cambializzati 2020: veloci, a domicilio e online tra privati, finanziarie e agenzie

I prestiti cambializzati sono tra i finanziamenti più richiesti sul mercato. Scopriamo le caratteristiche del prestito cambializzato, dalle modalità di erogazione al rimborso. Vedremo poi come ricevere i prestiti con cambiali veloci, sia a domicilio che online. Infine a chi rivolgersi per ricevere l’importo desiderato, con privati, finanziarie ed agenzie.

Prestiti Cambializzati 2020: come funzionano?

Tra le differenti opzioni di finanziamento che si possono trovare affidandosi a diversi istituti di credito e non solo, ci sono i prestiti cambializzati. In questa pagina analizzeremo tutte le caratteristiche di questa forma di prestito, in modo da capire perché sono in molti a sceglierla. Innanzitutto è bene avere un’idea chiara di cosa sono i prestiti cambializzati. Come facilmente intuibile dal nome stesso di questo prodotto, la caratteristica che identifica questo prodotto è la presenza delle cambiali. La differenza principale di questa forma di finanziamento rispetto ai classici prestiti personali o ad esempio ai mutui sta nel fatto che il rimborso avviene tramite il pagamento di cambiali. A questo punto è lecito chiedersi perché è così importante questa differenza, visto che in fin dei conti può sembrare solamente un modo diverso di effettuare il pagamento delle rate di rimboso.

In effetti dal punto di vista del cliente non ci sono particolari differenze nel pagare le rate di rimborso. Al momento della richiesta infatti vengono definite le condizioni del prestito in base ai dati anagrafici del cliente, in particolare l’età, e ovviamente anche le garanzie economiche che vengono fornite dal cliente. In questo senso il prestito cambializzato non presenta grandi differenze, se non dal punto di vista delle condizioni economiche offerte, come vedremo meglio in seguito. Il motivo per cui il fatto di effettuare il rimborso tramite il pagamento di cambiali assume grande importanza sta nel fatto che le cambiali costituiscono dei titoli esecutivi. O meglio, la cambiale sulla quale è apposto il relativo bollo è un titolo esecutivo. Cosa significa? Si tratta di una caratteristica molto importante che va a tutelare l’istituto di credito o il privato che decide di offrire un prestito cambializzato. Nel caso in cui una cambiale non venisse pagata dal debitore, allora il creditore avrà la possibilità di rivolgersi immediatamente ad un giudice e pretendere il rimborso della somma prestata, anche tramite la confisca e la vendita all’asta dei beni di proprietà del cliente.

Come abbiamo già detto l’aspetto dei prestiti cambializzati che presenta maggiori differenze rispetto ai prestiti personali classici riguarda il rimborso. Ogni mese infatti, in base a quanto definito dal contratto di finanziamento stipolato prima dell’erogazione, la banca o il privato che ha erogato il finanziamento emetterà una cambiale. Sulla stessa sarà ovviamente specificato l’importo da pagare e cioè l’importo della rata mensile pattuita. Inoltre molto importante è anche la data di scadenza, anche questa definita al momento della stipula del contratto. Il cliente dovrà dunque ricordarsi di pagare l’importo specificato sulla cambiale prima della scadenza fissata. I prestiti cambializzati si sono diffusi soprattutto negli ultimi anni. Il motivo di tale diffusione va ricercato nei requisiti richiesti per poter aver accesso al credito. Senza dubbio quest’ultimo è l’ostacolo principale che bisogna superare per poter aver accesso a qualsiasi forma di finanziamento. Soprattutto in questo periodo sono moltissimi coloro che riscontrano non poche difficoltà da questo punto di vista. In particolare stiamo parlando di coloro che siano senza busta paga, ma anche ad esempio di coloro che in passato abbiano avuto problemi nel rimborso di un finanziamento e dunque si trovino oggi ad essere definiti come “cattivi pagatori“.

Principalmente i prestiti cambializzati sono rivolti a queste categorie di clienti. È infatti bene specificare che questa tipologia di finanziamento non è particolarmente conveniente, dunque se è questa la caratteristica principale che state cercando e pensate di avere le garanzie necessarie per poter aver accesso a qualche altra forma di finanziamento, allora la soluzione che analizzeremo nel dettaglio su questa pagina probabilmente non farà al caso vostro. I prestiti cambializzati sono dei prestiti non finalizzati che rappresentano una grande occasione per coloro che non abbiano la possibilità ricevere un prestito personale o qualche altro tipo di finanziamento. Allo stesso tempo è bene sottolineare come le condizioni del prestito non siano particolarmente convenienti. Il rischio maggiore che l’istituto di credito corre nel concedere un finanziamento ad un profilo appunto “a rischio” si traduce in tassi d’interesse più alti. Al costo degli interessi vanno inoltre aggiunti i costi per il bollo di cambiale e tutte le altre spese connesse alla gestione della pratica che dipenderanno dall’istituto di credito al quale ci rivolgeremo.

Come richiedere prestiti cambializzati veloci a domicilio e online

Un’altra caratteristica che rende i prestiti cambializzati particolarmente appetibili è la velocità di erogazione. Questo è diventato negli anni un requisito fondamentale che deve essere rispettato dalle banche e finanziarie che offrono una qualsiasi forma di finanziamento. Se fino a qualche anno fa i tempi necessari per avviare una pratica per ricevere un prestito erano particolarmente lunghi, oggi anche grazie allo sviluppo e la diffusione dei computer e di internet con il tempo è stata migliorata l’efficienza delle banche e di conseguenza abbassati i tempi di erogazione. I prestiti cambializzati veloci sono tra i migliori in circolazione da questo punto di vista: in molti casi infatti l’erogazione della somma di denaro richiesta dal cliente sarà addirittura immediata. Se avete particolare urgenza nel ricevere il finanziamento desiderato, ad esempio a causa di una spesa improvvisa che vi trovate a dover affrontare per la quale non avete i soldi necessari, allora in molti casi la soluzione che fa per voi è proprio quella dei prestiti cambializzati.

I prestiti cambializzati veloci possono essere richiesti in diversi modi. È bene specificare che non tutte le principali banche e finanziarie prevedono questa opzione nella propria gamma di prodotti finanziari. Per questo motivo la prima cosa da fare è quella di effettuare una ricerca per individuare gli istituti di credito ai quali affidarsi. In ogni caso il nostro consiglio è quello di rivolgervi direttamente in filiale ed effettuare la richiesta di finanziamento descrivendo la vostra situazione economica e le vostre esigenze ad un esperto del settore. In molti casi quest’ultimo sarà in grado di proporvi la soluzione migliore che fa al caso vostro tra quelle offerte dalla compagnia. Dunque spesso nel caso in cui le garanzie economiche che potete fornire alla compagnia non sono abbastanza soddisfacenti per poter aver accesso ai prestiti personali, l’opzione che vi verrà proposta dalla banca sarà proprio il prestito cambializzato. Le modalità di richiesta saranno le medesime delle altre forme di finanziamento. Dunque dovrete ovviamente avere a portata di mano un documento d’identità, il codice fiscale e tutta la documentazione che vi verrà richiesta per quanto riguarda la vostra situazione economica.

Una soluzione molto interessante è quella che prende il nome di prestito cambializzato a domicilio. Di cosa si tratta? Le condizioni economiche di questo prodotto finanziario saranno quelle di un classico prestito cambializzato. La particolarità di questo prodotto sta nel fatto che la somma di denaro che andremo a richiedere ci verrà recapitata direttamente a casa, appunto a domicilio. Il vantaggio da questo punto di vista sta nel fatto che per richiedere questa tipologia di finanziamento non sarà necessario possedere un conto corrente bancario come accade per alcune forme di finanziamento. Per chi non fosse titolare di un conto corrente è prevista dunque la soluzione del prestito cambializzato a domicilio, grazie al quale avremo la possibilità di ricevere i soldi di cui abbiamo bisogno direttamente a casa, tramite un assegno che potrà essere di importo massimo pari a 30000 euro. Sempre a domicilio vengono ovviamente inviate anche le cambiali, che dovranno essere pagate entro la data di scadenza fissata. Al momento della richiesta di finanziamento potremo decidere la durata dello stesso, dalla quale dipenderà l’importo di ogni rata che una volta fissato non potrà essere modificato per l’intera durata del finanziamento. Per quanto riguarda la durata, solitamente c’è grande libertà di scelta, infatti il rimborso potrà essere completato anche in 10 anni.

Sempre riguardo le modalità di richiesta dei prestiti cambializzati, è bene sottolineare la possibilità di richiesta online. Questa soluzione è molto importante per due motivi. Il primo è la praticità, visto che avremo la possibilità di effettuare la richiesta della somma di denaro di cui abbiamo bisogno restando comodamente davanti al nostro computer di casa, evitando così di recarci in filiale. Un altro motivo riguarda i tempi di erogazione, di cui abbiamo già parlato. Da questo punto di vista la modalità di richiesta online è la migliore in assoluto, in quanto vi permetterà di comunicare le informazioni e inviare la documentazione in pochi semplici click. Spesso richiedendo un prestito cambializzato online avremo la possibilità di avere accesso alla somma di denaro desiderata già dopo poche ore. Sono diversi gli istituti di credito che offrono ai propri clienti la possibilità di procedere con la richiesta online e che permettono di calcolare un preventivo in pochi secondi. Tra i migliori vi segnaliamo Younited Credit, che permette innanzitutto di calcolare la rata di rimborso e il tasso d’interesse specificando quale progetto vogliamo realizzare e di quale importo abbiamo bisogno. In base a questi parametri ci verranno presentate tutte le soluzioni che fanno al caso nostro, che corrisponderanno alle diverse durate possibili. Una volta individuato il prestito cambializzato migliore in assoluto potremo finalmente procedere con la richiesta vera e propria, che completeremo in pochi minuti.

Prestito cambializzato tra privati 2020: a chi rivolgersi e regolamento

Se siete interessati a richiedere un prestito cambializzato, tra le soluzioni possibili c’è quella di rivolgersi a dei privati. Le caratteristiche di questa tipologia di finanziamento sono le stesse che abbiamo già visto nei paragrafi precedenti, con la differenza che invece di rivolgerci ad un istituto di credito ci andremo a rivolgere a degli investitori privati. La formula più semplice di prestito tra privati è quello che viene chiamato prestito familiare. Questa tipologia di finanziamento prevede che la somma di denaro ci venga prestata appunto da un parente, che potrà offrirci un prestito fruttifero o infruttifero, cioè senza interessi. In ogni caso i finanziamenti tra privati devono seguire un regolamento, per evitare che ci siano scambi di denaro nascosti all’Agenzia delle Entrate. Per questo motivo al momento della concessione del prestito le due parti dovranno firmare un contratto in cui sono riportati i dati del beneficiario del prestito e di colui che lo offre. Inoltre dovranno essere specificate chiaramente le condizioni del finanziamento, con l’importo prestato, la durata e dunque la data di scadenza entro la quale verrà completato il rimborso ed ovviamente il tasso d’interesse applicato. Il contratto dovrà dunque essere firmato da entrambe le parti e dovrà essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate.

I prestiti cambializzati tra privati sono un’opportunità unica per tutti coloro che abbiano riscontrato delle difficoltà nel ricevere un finanziamento rivolgendosi ad un istituto di credito. I requisiti richiesti sono infatti solitamente molto meno restrittivi rispetto a quelli definiti dal regolamento delle principali banche e finanziarie. In questo senso infatti non esistono delle regole fisse che definiscono i vincoli per avere accesso al finanziamento cambializzato tra privati. Ogni investitore può decidere il regolamento del proprio prestito, e dunque decidere di concedere o meno la somma di denaro richiesta. Solitamente basta comunque poter dimostrare di essere in grado di completare il rimborso senza troppi problemi. Dunque i requisiti richiesti riguarderanno i redditi percepiti oppure i beni di proprietà che in caso di mancato rimborso potranno essere utilizzati dall’erogatore del finanziamento per ottenere la somma di denaro che gli spetta.

Il mondo dei prestiti tra privati è sicuramente pieno di occasioni interessanti per ottenere i soldi di cui abbiamo bisogno, indipendentemente dal progetto che intendiamo realizzare. Tuttavia è sempre bene fare attenzione a chi ci rivolgiamo, in quanto purtroppo ci sono anche molti truffatori che sono pronti ad approfittare della disperazione di coloro che non riescano ad ottenere il finanziamento in un altro modo. In particolare la legge definisce dei tassi d’interesse che rappresentano la soglia di usura, cioè la soglia oltre la quale il finanziamento diventa illegale perché troppo gravoso per il richiedente. Per i prestiti personali questa soglia è fissata a 16,42%, mentre per i prestiti finalizzati è fissata a 15,70%. Il nostro consiglio dunque è quello di fare molta attenzione alle truffe e di rivolgervi solamente a privati seri. Per richiedere un prestito cambializzato da privati ci sono online diverse community che mettono in contatto persone alla ricerca di un finanziamento con investitori che cercano di ottenere un guadagno dai propri risparmi. Piattaforme come Smarika, Prestiamoci, BLender, Soisy e non solo, fanno da tramite e permettono al cliente di ottenere un finanziamento da privati come se si stesse rivolgendo ad un qualsiasi istituto di credito. La richiesta avviene infatti completamente online e il creditore sarà sicuramente affidabile.

Prestiti Cambializzati da finanziarie ed agenzie

Abbiamo visto tutte le caratteristiche dei prestiti cambializzati. Dunque quali sono i motivi per cui è bene rivolgersi a finanziarie ed agenzie di finanziamenti per ottenere un prestito cambializzato? Come abbiamo già detto, il motivo principale riguarda sicuramente i requisiti necessari per poterne aver accesso. Questa tipologia di finanziamenti nasce infatti con l’obiettivo di soddisfare la richiesta di prestiti effettuata da coloro che siano ad esempio senza busta paga. Questa è la situazione in cui si trovano non solo i disoccupati, ma anche i lavoratori autonomi e i liberi professionisti. Spesso le soluzioni in questi casi sono la presentazione della dichiarazione dei redditi oppure la presentazione di un garante. Nel caso in cui però i guadagni percepiti non sono costanti nel tempo oppure se non si ha la possibilità di presentare un garante, allora le banche e le finanziarie non saranno disposte a rischiare il proprio capitale erogando un prestito personale.

Lo stesso discorso può essere fatto nel caso dei cattivi pagatori e dei protestati. Come probabilmente già sapete, al momento della richiesta di un finanziamento da parte di qualsiasi cliente, la banca si occuperà di effettuare un controllo nel registro del Crif (Centrale Rischi Finanziari) in modo da controllare la storia creditizia del cliente stesso. Nel caso in cui in passato il cliente abbia avuto dei problemi nel rimborso di un finanziamento, nel registro ne rimarrà traccia e dunque il cliente sarà identificato come un profilo a rischio. Per questo motivo coloro che siano stati segnalati come cattivi pagatori avranno molte difficoltà nel ricevere un finanziamento, indipendentemente dall’istituto di credito al quale si rivolgeranno.

Dunque se non avete le garanzie economiche necessarie per poter ricevere un prestito personale oppure se siete stati segnalati in Crif, la soluzione che fa al caso vostro e che vi permetterà di ottenere il finanziamento che desiderate è il prestito cambializzato. La risposta alla domanda sul perché scegliere questa tipologia di finanziamenti in molti casi è proprio la mancanza di alternative. Come abbiamo già sottolineato su questa pagina le condizioni del prestito, in particolare il tasso d’interesse applicato, è più alto rispetto a quello applicato dalle banche per i prestiti personali classici. Per questo motivo non avrebbe senso scegliere un prestito cambializzato se si ha la possibilità di aver accesso ad un prodotto più conveniente. È bene comunque specificare che soprattutto negli ultimi anni, grazie alla diffusione dei prestiti cambializzati e dunque alla concorrenza che c’è anche in questo settore, le condizioni dei finanziamenti si sono decisamente avvicinate ai quelle delle altre tipologie di prestito e dunque quella del prestito cambializzato è diventato ancora di più un’ottima soluzione.

Prestiti Cambializzati senza busta paga e per cattivi pagatori

I prestiti cambializzati rappresentano dunque un’ottima soluzione per coloro che abbiano riscontrato problemi nel ricevere un prestito personale classico. In particolare, le due categorie principali che spesso si trovano quasi costrette a scegliere questo prodotto sono i clienti senza busta paga ed i cosiddetti cattivi pagatori. Purtroppo a volte è facile rientrare in questa seconda categoria, visto che basta aver avuto problemi nel rimborso di un vecchio finanziamento, anche soltanto dei ritardi nei pagamenti, per essere segnalato in Crif. La segnalazione come cattivo pagatore effettuata da parte di un istituto di credito può essere un problema non indifferente, visto che qualsiasi banca o finanziaria effettua una ricerca presso le banche dati prima di procedere con l’accettazione di una richiesta di finanziamento. Di conseguenza, quando si va a richiedere un prestito personale e si è stati segnalati come cattivi pagatori, tale richiesta molto probabilmente verrà rifiutata. Da qui nasce l’esigenza di richiedere un prestito cambializzato, che come abbiamo visto può essere erogato da privati, ma anche da banche e finanziarie.

Le modalità di erogazione e rimborso dei prestiti cambializzati le abbiamo già analizzate nei precedenti paragrafi. Ma come funziona la richiesta di finanziamento ad un istituto di credito per coloro che sono senza busta paga oppure sono stati segnalati come cattivi pagatori? Solitamente, i prestiti cambializzati non vengono esplicitamente pubblicizzati sul sito internet delle principali banche. Questo perché si tratta di prodotti rivolti a delle categorie di clienti che hanno chiaramente un rischio di insolvenza superiore alla media. In ogni caso, vista la grande concorrenza che c’è attualmente sul mercato dei finanziamenti, è chiaro che qualsiasi compagnia sia interessata ad ampliare il più possibile la propria clientela (sempre a patto di non concedere prestiti con un rischio troppo elevato). Come detto in precedenza, il rimborso tramite cambiali velocizza sicuramente l’ottenimento del rimborso da parte del prestatore, tuttavia gli istituti di credito vogliono comunque evitare di rivolgersi ad un giudice per problemi nel rimborso di un prestito cambializzato.

Detto questo, se vi trovate a dover richiedere un prestito cambializzato senza busta paga o per cattivi pagatori, la cosa migliore da fare a nostro avviso è quella di recarvi direttamente presso la vostra banca o presso un qualsiasi istituto di credito, che potete scegliere magari basandovi sulle condizioni economiche dei prestiti personali classici. Fissando un appuntamento in filiale avrete la possibilità di incontrare un consulente che si prenderà in carico la vostra pratica. Potrete dunque presentare la vostra situazione economica al consulente stesso, che ovviamente vi chiederà alcune garanzie per poter ricevere il prestito desiderato. Una volta che il quadro sarà definito, tra garanzie offerte e prestito desiderato, si cercherà la soluzione migliore che potrà essere appunto un prestito cambializzato, oppure un’altra forma di finanziamento in base ai prodotti offerti dalla compagnia alla quale vi siete rivolti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *