You are here: Home » Prestiti News » Microcredito 5 Stelle 2018: requisiti per i finanziamenti startup del Movimento Cinque Stelle

Microcredito 5 Stelle 2018: requisiti per i finanziamenti startup del Movimento Cinque Stelle

Scopriamo come funziona il Microcredito 5 Stelle, perché sceglierlo e quali sono le condizioni di questa forma di finanziamento. Vedremo tutti i requisiti necessari per accedere al credito offerto dal Movimento Cinque Stelle, che nasce con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di start up innovative. Infine vediamo come effettuare la richiesta e le filiali presso le quali rivolgersi.

Microcredito Cinque Stelle imprese 2018: come funziona?

Un prodotto molto interessante che da un po’ di tempo è stato messo sul mercato è il Microcredito Cinque Stelle. Probabilmente vi sembrerà strano leggere di un partito politico quando siete alla ricerca di un finanziamento. Il motivo per cui il nome deriva dal Movimento Cinque Stelle è che il fondo per il microcredito è nato dal gesto apprezzabile degli eletti del M5S, che hanno restituito parte del proprio stipendio, arrivando ad una somma complessiva di oltre 20 milioni di euro. Come si legge sul sito internet ufficiale del Movimento Cinque Stelle, grazie a questi soldi sono state finanziate oltre 6.000 imprese, generando ben 14.000 posti di lavoro. È bene sottolineare come il M5S non sia un intermediario finanziario, e che i suoi parlamentari sono soltanto dei soggetti finanziatori del fondo da cui vengono erogati i finanziamenti che vi presenteremo nei prossimi paragrafi.

Il microcredito è rivolto sia alle aziende esistenti che a tutti coloro che siano interessati ad avviare un’attività. In particolare, possono aver accesso al microcredito Cinque Stelle i lavoratori autonomi, con il vincolo che siano titolari di partita IVA da meno di 5 anni; si possono inoltre finanziarie le imprese individuali, che abbiano un massimo di 5 dipendenti; infine le piccole imprese con un massimo di 10 dipendenti. In ogni caso l’importo massimo richiedibile è di 25.000 euro, anche se in alcuni casi si può arrivare anche a 35.000 euro. Le condizioni del credito sono particolarmente vantaggiose, con tassi d’interesse inferiori rispetto a quelli solitamente applicati dalle banche per i prestiti personali. Inoltre, un’altra differenza con i finanziamenti classici, è quella per cui non sono necessarie garanzie reali, fattore che in molti casi costituisce un problema non indifferente.

Per ricevere il finanziamento desiderato è necessario presentare un piano d’investimento, in cui dovranno essere specificate tutte le spese. La parte che verrà finanziata sarà pari all’80% della spesa complessiva. Una caratteristica da non sottovalutare è quella dei servizi di assistenza e monitoraggio che ci vengono offerti oltre alla somma che riceveremo in prestito. Come si legge sul sito internet del Movimento Cinque Stelle, infatti, “i soldi da soli non bastano”. Per questo motivo potremo ricevere sostegno dagli intermediari finanziari che si occuperanno di erogare il microcredito, che si occuperanno di effettuare azioni di supporto e formazione all’attività professionale. Il fondo per il microcredito è gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico e si rivolge alle microimprese, appartenenti alla cosiddetta “fascia debole” in quanto impossibilitate a ricevere un prestito “tradizionale” a causa dei requisiti richiesti, che spesso sono eccessivamente restrittivi. Questo progetto è molto interessante, anche per il fatto che il Ministero dello Sviluppo Economico versa ogni anno fino a 30 milioni di euro, che incrementano lo sviluppo di piccole imprese con l’obiettivo di dare un aiuto concreto alla nostra economia.

Requisiti per i finanziamenti Start Up del Movimento 5 Stelle 2018

Dopo aver visto le caratteristiche principali del microcredito Cinque Stelle, è bene dare un’occhiata alle caratteristiche che devono avere le Start Up che vogliono ricevere un finanziamento agevolato. Come abbiamo detto nei precedenti paragrafi, uno dei motivi per cui questa forma di prestito è molto interessante è che tra i requisiti richiesti non ci sono le garanzie reddituali. Nonostante ciò, come per tutte le forme di prestito, non tutti possono averne accesso. I requisiti principali che vengono specificati nel regolamento del microcredito riguardano principalmente il tipo di attività e il settore dell’economia nel quale si opera. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, sono ammessi piani d’investimento per quanto riguarda l’artigianato, il commercio ed i servizi. In generale, comunque, tutti coloro che abbiano un’idea innovativa e siano interessati ad avviare una propria Start Up possono richiedere il microcredito Cinque Stelle.

Il finanziamento non viene erogato direttamente dal Movimento Cinque Stelle, ma da istituti di credito autorizzati. Questo significa che ogni istituto potrà definire delle regole in aggiunta a quelle “generali”. In particolare, alcuni istituti richiedono che il richiedente non sia iscritto al registro dei cattivi pagatori. Questo significa che chi in passato avesse avuto problemi nella restituzione di un finanziamento ricevuto potrebbe avere complicazioni al momento della richiesta, con la possibilità di dover presentare garanzie aggiuntive, oppure di essere impossibilitato a ricevere il credito desiderato. Oltre ai limiti dimensionali delle imprese descritti in seguito, e cioè un massimo di 5 dipendenti per i lavoratori autonomi e le imprese individuali ed un massimo di 10 dipendenti per società e cooperative, sono definiti degli ulteriori vincoli. Nel caso delle attività già avviate, l’attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo non deve superare i 300.000 euro; inoltre i ricavi lordi annui non possono superare i 200.000 euro; infine, per quanto riguarda l’eventuale indebitamento, viene fissata una soglia massima di 100.000 euro.

Un altro aspetto da considerare se siete interessati a questa forma di finanziamento è quello delle spese ammissibili. Queste vengono specificate nel regolamento del microcredito, e comprendono innanzitutto l’acquisto di beni, che possono essere materie prime per la creazione di beni o servizi, oppure l’acquisto di merci destinate alla rivendita. Sono inoltre considerate spese ammissibili quelle per i servizi strumentali legati alla propria attività, come ad esempio i canoni per le operazioni di leasing e le spese per eventuali polizze assicurative sottoscritte. Possono inoltre essere inserite tra le spese da affrontare la retribuzione dei nuovi dipendenti e l’importo relativo ai corsi di formazione utili alla propria attività nel caso dei lavoratori autonomi, oppure per la formazione dei propri dipendenti nel caso delle società. È bene fare molta attenzione quando compiliamo il progetto di investimento: l’operatore che prenderà in carico la nostra pratica si occuperà infatti di verificare l’effettiva destinazione del finanziamento che ci verrà concesso, richiedendoci la relativa attestazione.

Come accedere al Microcredito 5 Stelle 2018: banche aderenti

Nonostante il nome possa trarre in inganno, il microcredito Cinque Stelle, come la maggior parte dei prestiti, sono erogati dalle banche. Non tutte le banche offrono ai propri clienti la possibilità di scegliere questa particolare soluzione, infatti sul sito internet del Movimento Cinque Stelle viene specificata la lista delle compagnie che offrono questi finanziamenti a condizioni più o meno convenienti in base alla politica applicata da ogni banca. Nella tabella seguente vi presentiamo la lista completa degli istituti di credito ai quali è possibile rivolgersi per richiedere il microcredito per le piccole imprese già avviate o per le nuove Start Up. Per ogni compagnia riportiamo il tasso d’interesse applicato, in modo da poter scegliere quella più conveniente in assoluto, ed il sito internet da visitare per ricevere ulteriori informazioni a riguardo.

BANCA TAEG SITO INTERNET
BCC AQUARA 2,95% www.bccaquara.it
BCC CAPACCIO PAESTUM 4,25% www.bcccapacciopaestum.it
BCC DI SCAFATI E CETARA 5,00% www.bccscafatiecetara.it
BANCA DI CREDITO COOPERATIVO ALTO CASERTANO E BASSO FRUSINATE 5,75% www.bccaltocasertano.it
INTESA SAN PAOLO 5,89% www.intesasanpaolo.com
BCC ROMA 5,99% www.bccroma.it
BANCA DI CREDITO COOPERATIVO MONTE PRUNO DI ROSCIGNO E DI LAURINO 6,00% www.bccmontepruno.it
BANCA POPOLARE ETICA Fisso: 6,17%

Variabile: 4,88%

www.bancaetica.it
BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BUONABITACOLO 8,53% www.bccbuonabitacolo.it
BANCA SAN FRANCESCO – CREDITO COOPERATIVO –

SOC. COOP

6,90% www.bancasanfrancesco.it
BANCA DI CREDITO COOPERATIVO “SEN. PIETRO GRAMMATICO” DI PACECO SOCIETA’ COOPERATIVA 8,53% www.bccpaceco.it

Sono dunque diverse le compagnie alle quali è possibile rivolgersi per ricevere questo prestito a condizioni estremamente vantaggiose. Richiedere questa forma di finanziamento è molto semplice, anche se i passi da seguire sono leggermente diversi rispetto al solito. La prima cosa da fare è infatti quella di registrarsi al sito internet del Ministero dello Sviluppo Economico dedicato appositamente al microcredito (www.mcc.it/microcredito). Una volta effettuata la registrazione dovremo fare l’accesso con le nostre nuove credenziali e compilare il modulo per ottenere la garanzia. Questo documento dovrà essere stampato e presentato alla banca alla quale ci rivolgeremo per ottenere il finanziamento.

Una volta scelta la banca alla quale rivolgersi, in base al tasso d’interesse riportato nella tabella sopra riportata ed alle caratteristiche specificate sul sito internet della banca stessa, la richiesta sarà simile a quella dei prestiti personali classici. Dovremo dunque portare con noi la carta d’identità e il codice fiscale, che saranno necessari alla nostra identificazione e all’eventuale controllo nel registro dei cattivi pagatori. Per quanto riguarda le garanzie necessarie, non dovrete presentare alcun documento di reddito, perché basterà la garanzia precedentemente richiesta. Infine, il requisito indispensabile per poter ricevere il microcredito Cinque Stelle è quello di avere un progetto effettivamente valido. Dovremo presentare un piano di investimento che sia il più possibile dettagliato, e il richiedente dovrà dimostrare l’apporto innovativo della propria Start Up.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *