You are here: Home » Prestiti Banca Intesa Sanpaolo

Prestiti Banca Intesa Sanpaolo

Approfondiamo il servizio di finanziamenti personali online della Banca Intesa Sanpaolo, che emette prestiti vantaggiosi. In particolare, si tratterà dei tassi d’interesse e del calcolo della rata che si può effettuare comodamente online e il relativo preventivo.

Tuttavia, è bene anche conoscere le opinioni e le recensioni che riguardano proprio questa società per capire, in effetti, che cosa ne pensa chi usufruisce dei prestiti personali. Successivamente, verranno illustrate le varie possibilità che vengono messe a disposizione per alcune categorie di richiedenti come i giovani, i lavoratori dipendenti e persino i pensionati che desiderano farsi prestare una certa somma di denaro.

Prestiti Personali Intesa Sanpaolo: calcola rata e tasso

Il sito ufficiale della Banca Intesa San Paolo dà modo a tutti i richiedenti di calcolare, in modo rapido,le rateazioni che meglio si confanno con le esigenze di ognuno. Anche per coloro che non hanno proprio così praticità con la tecnologia possono accorgersi di quanto sia semplice questa operazione.

In effetti, basta collegarsi all’indirizzo della Banca suddetta e cliccare sulla sezione apposita a questo tipo di servizio. La pagina in questione è costituita da un form da compilare e viene denominata con la dicitura di “Simulazione”.

Procedere in tal senso è molto facile, dato che è solamente necessario digitare negli appositi campi la propria età, il valore dell’immobile per il quale si desidera richiedere un mutuo e informare del fatto che si voglia procedere con un tasso fisso o variabile. E ancora, della somma del prestito di cui si abbisogna e la relativa durata. A questo punto, il risultato sarà immediato, cliccando sul tasto con la scritta “Calcola la rata”.

Come si evince, dunque, è semplicissimo farsi un’idea di ciò che si vuole rimborsare e delle rateazioni che corrispondono adeguatamente alle proprie esigenze e, per di più, senza inutili perdite di tempo come era scontato prima dell’avvento di queste nuove possibilità.

Prestiti Intesa San Paolo: Preventivo On Line

Ora, dopo esserci dilungati con la procedura esatta per ottenere un calcolo preciso della rata, andiamo, allora a vedere quali preventivi online è possibile consultare in modo rapido. Prima di tutto, è bene sapere che il sito ci informa che se si stipula un mutuo con finalità abitativa si possono avere condizioni interessanti.

Ma, come si diceva, proviamo a vedere quale può essere un esempio molto pratico che dà un’idea dell’effettiva spesa in cui si potrebbe incorrere affidandoci proprio alla Banca Intesa Sanpaolo. Nelle righe precedenti, infatti, si è descritta la procedura per calcolare la rata.

Immaginiamo, dunque, che un tal richiedente abbia compilato tutti i campi. Nel riquadro dell’età potrebbe avere scritto che ha 31 anni, il valore dell’immobile è di 70.000 euro e che desidera un tasso fisso. Inoltre, fa sapere che ha bisogno di 60.000 euro e che ha deciso di effettuare il rimborso in 20 comode rate.

Il responso della simulazione è che gli spetterebbero delle rate mensili, per la precisione, da 355,73 euro e che, grazie alla promozione di questi giorni, il tan fisso sarebbe del 3,75% e il taeg, invece, sarebbe del 4,13%.

Opinioni sui Prestiti Banca Intesa Sanpaolo

Nonostante tutto, per quanto un’Azienda sappia di avere molta clientela e che gli affari vanno bene, non è mai un male conoscere le vere opinioni di cui quotidianamente usufruisce dei servizi. Un riscontro, in effetti, è sempre interessante anche per, in seguito, migliorare sempre di più le prestazioni.

Oggi, grazie al web, la ricerca delle opinioni è molto facile e immediata e ciò può essere sicuramente un bene per molte Società. Il sistema di valutazione molto spesso è quello con le stelle. Un utente, giudicando con 5 stelle, recensisce che la sua esperienza è stata positiva e soddisfacente e che lo considera un ottimo servizio.

C’è da dire che, mediamente, il massimo delle stelle è riconosciuto un po’ da tutti gli internauti che si esprimono a riguardo. Altre impressioni sono le seguenti: “Davvero molto professionali in agenzia. Il tasso è, poi, stato quello preventivato. Una sola pecca ho trovato il premio assicurativo leggermente più alto…ma poi alla fine ho stipulato”.

Oppure anche:“In Banca sono stati cortesi e veloci. Anche avere ritardato la stipula ha portato dei benefici visto che nel frattempo i tassi sono scesi ulteriormente. Soddisfatto.” E poi: “Servizio della Banca accettabile,tutto sommato ha comunque soddisfatto le esigenze”.

PerTe Prestito Facile SuperFlash Intesa Sanpaolo

Ora, è importante soffermarci su un tipo di prestito personale che si mette dalla parte dei giovani e che gli aiuta con alcune possibilità vantaggiose, ovvero il prestito facile PerTe SuperFlash di Intesa Sanpaolo. Innanzitutto, è bene precisare che è un finanziamento che viene riservato a tutte le persone che possono dimostrare di essere residenti in Italia da almeno 2 anni e che hanno un’età compresa tra i 18 e i 35 anni.

In secondo luogo, è adatto a chi è appena entrato nel mondo del lavoro e che non possiede un contratto a tempo indeterminato. In effetti, Si tratta proprio di un prestito che non richiede delle garanzie reddituali,dato che è rivolto anche a coloro che non hanno un’occupazione fissa.

Nonostante questo, però c’è una condizione imprescindibile ovvero si deve avere avuto un impiego per almeno 18 mesi negli ultimi 2 anni. Inoltre, anche questo è molto interessante, non è obbligatorio essere titolari di un conto corrente presso la Banca Intesa Sanpaolo.

Poi, il rimborso può essere fatto tramite rateazioni mensili che possono variare, a discrezione del richiedente, da un minimo di due anni a fino addirittura un massimo di dieci. Per finire, somma massima che può essere richiesta corrisponde alla cifra pari a 30.000 euro.

Prestiti Intesa Sanpaolo Giovani

Così, grazie alla Banca Intesa San Paolo, tutte le persone che hanno massimo 35 anni possono sentirsi al sicuro. Tuttavia, non è stato ancora scritto che, se lo si desiderasse, è possibile anche aggiungere la Polizza Proteggi Prestito a Per Te Prestito Giovani per avere una maggiore tutela da alcuni eventi che potrebbero far sì di non procedere con il rimborso del prestito personale come, per fare solo un esempio, la perdita del lavoro.

Ma non solo, viene concesso persino di rimandare il pagamento della rateazione, in base alla durata del finanziamento. Allora, proviamo proprio a chiarire con un esempio questa conveniente offerta. Un giovane richiedente potrebbe decidere di farsi prestare la somma pari a 15.000 euro.

Questa persona, però, non avendo un lavoro stabile, potrebbe dovere protrarre il rimborso del prestito per almeno 84 mensilità. Il tan, calcolato così come si trova in questi giorni, avrebbe una percentuale del 7,45% e, invece, il taeg sarebbe del 6,90%.

E, infine, il costo totale del credito sarebbe di 4.184,84 euro con degli interessi di 4.034,84 euro, l’importo della prima rata, comprensiva degli interessi di pre-ammortamento, sarebbe precisamente di 305,06 euro e le successive ammonterebbero a 225,66 euro. Poi, ancora l’importo totale del credito sarebbe di 14.850,00 euro e l’importo totale dovuto dal consumatore di 19.034,84 euro.

Cessione del Quinto Inps-Intesa Sanpaolo per dipendenti e pensionati

Innanzitutto, la Cessione del quinto di Banca Intesa Sanpaolo si rivolge ai dipendenti e ai pensionati. Questo genere di finanziamento si basa sul fatto che il rimborso si può trattenere direttamente dallo stipendio o dalla pensione.

Bisogna ricordare che possono accedervi soltanto i lavoratori dipendenti assunti con un contratto a tempo indeterminato e i pensionati. Poi, ancora, la Cessione del Quinto possiede un tasso d’interesse fisso e un piano di ammortamento a rata costante che si può protrarre fino ad un massimo di dieci anni.

Così, la somma massima che si può farsi finanziare da Intesa Sanpaolo viene considerata in base al reddito del richiedente e, per l’appunto la rata mensile non deve essere superiore alla quinta parte ovvero il 20% dello stipendio oppure della pensione, al netto delle tasse.

La garanzia è proprio l’assegno mensile oppure eventualmente corrisponde al TFR del lavoratore. Il rimborso avviene attraverso la decurtazione diretta della rata dello stipendio o dalla pensione del beneficiario, ad opera del datore di lavoro o dell’ente previdenziale.

E’ opportuno precisare anche che la Cessione del Quinto non obbliga a presentare nessun preventivo di spesa e neppure a giustificare la richiesta di credito. Inoltre, i pensionati Inps che desiderano un prestito personale con questa opzione, possono accedere al credito a condizioni agevolate grazie alle convenzioni che l’Ente previdenziale conferma con vari Istituti di credito.

Banca Intesa Sanpaolo, permette i prestiti personali con la Cessione del Quinto ai pensionati Inps che possiedono un’età massima di 83 anni al momento della richiesta del finanziamento e 85 anni alla scadenza. Tra l’altro, possono accedere al finanziamento i titolari di pensioni e assegni sociali, pensioni d’invalidità civile e assegni per l’assistenza personale e continuativa ai pensionati per inabilità.

Ma sono, invece, non considerati idonei all’accesso al credito anche quanti percepiscono pensioni ai superstiti cointestate, assegni di sostegno al reddito e assegni al nucleo familiare. Insomma, un prestito adatto a molte categorie.