You are here: Home » Prestiti News » Assicurazione Prestito Personale 2019: come funziona, cosa copre, quanto costa e calcolo rimborso

Assicurazione Prestito Personale 2019: come funziona, cosa copre, quanto costa e calcolo rimborso

Tutte le informazioni utili riguardo l’assicurazione sul prestito personale. Scopriamo come funziona questa polizza assicurativa e per quale motivo è vantaggioso sceglierla quando richiediamo un finanziamento. Vediamo dunque cosa copre l’assicurazione sul prestito personale e quanto costa. Infine come effettuare il calcolo del rimborso in base alle caratteristiche del finanziamento.

Assicurazione Prestito Personale 2019: come funziona, è obbligatoria?

Un aspetto molto importante legato ai prestiti personali 2019 è quello dell’assicurazione che è possibile stipulare al momento della richiesta. L’assicurazione come sapete è un contratto che permette al cliente che lo sottoscrive di tutelarsi nel caso in cui si verifichino determinati eventi spiacevoli. La più comune è ad esempio quella della macchina, in cui l’assicurazione si occupa di pagare i danni in caso di sinistri. Come funziona invece l’assicurazione sul prestito personale? Anche in questo caso stipulando il contratto di assicurazione il beneficiario del prestito verrà tutelato in caso di eventi a causa dei quali non sia possibile effettuare il pagamento delle rate di rimborso pattuite entro la data di scadenza fissata.

Il cliente ovviamente vuole evitare qualsiasi tipo di problema nei pagamenti, ma allo stesso tempo anche la banca ha tutto l’interesse di ridurre al minimo il rischio di insolvenza. Per questo motivo una caratteristica dell’assicurazione sui prestiti personali è quella di essere vantaggiosa per entrambe le parti. Non a caso gli istituti di credito sono i primi a proporre polizze assicurative legate ai propri finanziamenti. La prima domanda alla quale è bene rispondere è: l’assicurazione sui prestiti personali è obbligatoria? Se vi state chiedendo questo la risposta è assolutamente no. Sebbene molte compagnie siano particolarmente insistenti su questo argomento è bene chiarire una volta per tutte che il prestito personale classico può essere richiesto anche senza stipulare alcun contratto di assicurazione. Questo significa che il costo dell’assicurazione rappresenta una spesa inutile? Anche questa affermazione è sbagliata, visto che come vedremo nei prossimi paragrafi sono diversi i motivi per cui è conveniente assicurare il proprio finanziamento.

Per quanto riguarda l’aspetto pratico e dunque come funziona l’assicurazione sul prestito, il tutto è molto semplice. Al momento della richiesta del finanziamento ci viene offerta la possibilità di stipulare una polizza assicurativa, che può coprire diversi tipi di rischi. In base ai nostri dati anagrafici e alle caratteristiche del nostro prestito verrà dunque definito il premio assicurativo che dovremo pagare. Grazie all’assicurazione sul prestito come abbiamo già detto saremo tutelati in caso di determinati eventi. In particolare se a causa di uno degli eventi specificati all’interno del contratto di assicurazione non fossimo in grado di completare il rimborso, sarà proprio la compagnia assicurativa ad effettuare il pagamento delle rate al posto nostro. Ogni compagnia definisce il tipo di rimborso che verrà effettuato in base all’evento che si verifica. Per questo motivo la nostra raccomandazione è quella di leggere attentamente tutti i punti del contratto prima di apporre la propria firma, in modo da non avere successivamente spiacevoli sorprese.

Cosa copre l’Assicurazione sui finanziamenti: calcolo rimborso in base agli eventi

Dopo aver visto in generale come funziona l’assicurazione sui finanziamenti possiamo passare ad analizzare cosa copre questo tipo di polizza assicurativa. Come abbiamo già detto l’assicurazione sui prestiti personali entra in gioco nel caso in cui si verifichino determinati eventi particolarmente sfortunati che determinano l’impossibilità da parte del cliente di completare il rimborso. Quali eventi copre l’assicurazione sul prestito personale? Il primo evento che viene considerato è il decesso del beneficiario del finanziamento. Nel caso in cui il richiedente non abbia assicurato il proprio finanziamento, l’istituto di credito ovviamente non può permettersi di perdere il capitale investito. Di conseguenza a farsi carico del debito residuo saranno gli eredi. Grazie all’assicurazione del prestito personale non ci sarà più questo pericolo. In caso di decesso infatti non ci sarà da effettuare alcun calcolo del rimborso, visto che tutte le rate mancanti verranno pagate dalla compagnia assicurativa.

Un altro evento che viene coperto dall’assicurazione sui finanziamenti è l’invalidità totale e permanente del soggetto richiedente. Nel tragico caso in cui il cliente rimanga invalido al 100% verrà tutelato dalla compagnia assicurativa. Anche in questo caso infatti il calcolo del rimborso che verrà effettuato dalla compagnia è dato dalla somma di tutte le rate che mancano al termine della durata del finanziamento. Diverso è invece il caso in cui l’inabilità non sia permanente bensì temporanea. Se ad esempio ci si trova a combattere con una malattia oppure in caso di infortunio, grazie all’assicurazione sul prestito personale non dovremo preoccuparci di pagare le rate di rimborso del nostro finanziamento. In questo caso però il servizio che ci viene offerto dalla compagnia assicurativa non consiste nel pagamento di tutte le rate mancanti, ma soltanto di una parte. Il calcolo del rimborso che verrà effettuato al posto nostro sarò frutto di un’analisi dei tempi di recupero della nostra condizione di salute. Solitamente il periodo che viene coperto dall’assicurazione in caso di inabilità temporanea è pari ad un anno o al massimo due anni.

I possibili eventi che solitamente vengono coperti dall’assicurazione sui prestiti personali non riguardano esclusivamente lo stato di salute del richiedente. Un altro motivo per cui può essere problematico il completamento del rimborso secondo le scadenze prefissate è l’eventuale perdita del lavoro. Anche in questo caso, sebbene non sia un evento tragico come quelli considerati finora, può essere vantaggioso aver stipulato una polizza assicurativa per il nostro prestito personale. Per coloro che perdono il lavoro la compagnia assicurativa si farà carico delle rate di rimborso fino a quando il cliente non abbia trovato un nuovo lavoro, generalmente fino ad un massimo di uno o due anni. È bene sottolineare che l’assicurazione si farà carico delle rate solamente in caso di disoccupazione involontaria: questo significa che se per qualsiasi motivo è il cliente stesso a licenziarsi, non verrà effettuato nessun rimborso da parte della compagnia assicurativa.

Quanto costa l’Assicurazione sul Prestito Personale: conviene?

Abbiamo visto dunque come funziona l’assicurazione sul prestito personale e cosa copre, con gli eventi che solitamente vengono considerati nel contratto della polizza. A questo punto è bene verificare quanto costa per vedere se conviene o no e dunque se pagare questo costo aggiuntivo relativo al finanziamento. È bene specificare che non è possibile determinare un costo generale per assicurare un prestito personale, visto che l’importo che ci verrà richiesto per tutelarci da ogni tipo di evento dipenderà da molteplici fattori. Tra questi c’è la scelta da parte nostra degli eventi che vogliamo includere nella nostra polizza. Questo perché ad esempio ci sono polizze assicurative che considerano esclusivamente i rischi per la salute del beneficiario del finanziamento, e dunque starà a noi scegliere se includere o meno anche il pagamento delle rate al posto nostro ad esempio in caso di licenziamento, in base a quanto consideriamo “pericolosa” questa eventualità.

Va comunque detto che in generale il costo dell’assicurazione su un prestito non sarà assolutamente trascurabile. Questo perché come abbiamo visto la spesa che dovrà essere affrontata dalla compagnia assicurativa in caso di decesso, invalidità o licenziamento è una spesa piuttosto importante, dalla quale la compagnia si vuole tutelare a sua volta. Se considerando la spesa e la voglia di risparmiare sul costo del finanziamento si potrebbe scegliere di non pagare l’assicurazione del prestito personale, vanno anche considerati tutti i vantaggi che abbiamo descritto in precedenza. Per questo motivo prima di scegliere è bene ovviamente dare un’occhiata ai costi, ma bisogna considerare anche quanto potrebbe essere utile per tutelarci. Da cosa dipende il costo dell’assicurazione? I parametri che determinano in modo decisivo il costo sono la durata del finanziamento e l’età del soggetto finanziato.

Ovviamente un cliente più anziano pagherà un premio assicurativo più alto rispetto ad uno più giovane, così come il costo aumenterà all’aumentare della durata. Paradossalmente quando il costo è un po’ più alto è proprio il caso in cui è consigliabile assicurare il proprio prestito personale. Questo perché per un prestito dalla durata breve e per piccoli importi non è troppo importante l’assicurazione, visto che il rischio è minimo. Per finanziamenti con durata quinquennale o decennale, sebbene il costo è più elevato sono maggiori anche i rischi, e dunque potrebbe essere necessario stipulare un contratto di assicurazione. Inoltre bisogna considerare che il costo dell’assicurazione ci viene in qualche modo finanziato. Il premio assicurativo che dovremo pagare ci verrà infatti spalmato sull’intera durata del finanziamento, andando ad aumentare l’importo delle rate di rimborso mensili ma senza costituire un grosso problema al momento del rimborso.

Migliori Prestiti Personali 2019 con Assicurazione: a chi rivolgersi per ottenerli

Per concludere la nostra analisi dettagliata dell’assicurazione sui finanziamenti, vediamo quali sono i migliori prestiti personali con assicurazione disponibili per questo 2019. Come abbiamo già detto in precedenza sono un po’ tutti gli istituti di credito a proporci di inserire una polizza assicurativa associata al nostro prestito personale. Questo perché grazie all’assicurazione viene tutelata anche la compagnia, Tra le principali banche e finanziarie alle quali possiamo rivolgerci per ricevere un prestito personale con assicurazione c’è Agos Ducato. Abbiamo parlato più volte all’interno del nostro sito della convenienza dei prodotti offerti da questa compagnia, che dunque ci offre la possibilità anche di aggiungere un’assicurazione sul nostro finanziamento. Per conoscere immediatamente i costi della polizza assicurativa che ci verrà offerta basterà richiedere un preventivo gratuito online. In particolare spuntando o togliendo la spunta dalla casella relativa all’assicurazione potremo facilmente confrontare i due diversi casi e valutare, in base al costo, se conviene o meno assicurare il prestito Agos Ducato.

Un altro istituto di credito che ci permette di fare la stessa cosa tramite il proprio sito internet è Findomestic. I prestiti personali Findomestic ci permettono di ricevere fino a ben 60.000 euro, una somma di denaro decisamente elevata. Per questo motivo, anche considerando la durata che può arrivare fino a 96 mesi, può essere vantaggioso aggiungere un’assicurazione sul prestito. Anche in questo caso basterà spuntare la casella relativa all’assicurazione ed in un click ci verranno presentate tutte e offerte di prestito personale Findomestic con la rata mensile che comprenderà ovviamente anche il costo del premio assicurativo.

Tra i migliori istituti di credito in circolazione vi segnaliamo poi ING Direct. Tramite il sito internet della compagnia è possibile procedere con il calcolo del preventivo online per il Prestito Arancio. Per farlo ci verranno richieste le caratteristiche che stiamo cercando per il nostro finanziamento, e dunque importo e durata. Successivamente, una volta specificata la professione, ci verrà proposto di aggiungere l’assicurazione Proteggi Prestito Arancio offerta da AXA. Queste sono soltanto alcune delle principali compagnie che ci permettono di valutare immediatamente tutti i costi relativi al nostro finanziamento, senza sorprese al momento della richiesta. Come abbiamo ripetuto più volte è bene valutare attentamente se inserire o meno l’assicurazione sul nostro prestito personale, in quanto se è vero che rappresenta un costo aggiuntivo è altrettanto vero che potrebbe in qualche modo “salvarci” in caso di avvenimenti che ovviamente nessuno si augura accadano ma dai quali è bene tutelarsi preventivamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *